lunedì 28 settembre 2020

Sempre più Arancione nel basket femminile: le Leoparde triplicano!

Anche in questa stagione, continua l'impegno di BEA nel settore femminile. Un progetto ad ampio respiro, che mira allo sviluppo del movimento in rosa sul territorio di Chieri, dando la possibilità a sempre più bambine e ragazze di avvicinarsi alla pallacanestro e giocare in un contesto organizzato e qualitativo.

Il traino del movimento femminile BEA è anche quest'anno la Prima Squadra: le Leoparde militereranno nel campionato di Serie C per la terza volta nella storia dei Leopardi, la seconda consecutiva, puntando a un ruolo da protagonista in un torneo di livello. Il roster, già presentato nelle scorse settimane, è un mix di giovani e giocatrici più esperte, ben attrezzato per ben figurare e togliersi tante soddisfazioni.
La principale novità della stagione è, per la prima volta, la presenza di una squadra BEA al via dei campionati giovanili femminili: un gruppo Under 18 (classe 2003-2004) interessante e talentuoso, guidato in panchina da coach Enrico Cagnazzi, giovane allenatore cresciuto in BEA e assistente in Serie C, e da coach Marco Sandiano, capo allenatore della Prima Squadra femminile e specialista del basket in rosa. Un gruppo sicuramente ambizioso, che porterà per la prima volta l'arancio-nero sui campi giovanili piemontesi e che contemporaneamente sarà impegnato nel campionato di Promozione Femminile, facendo parallelamente da serbatoio alla Prima Squadra, con l'obiettivo di far esordire le ragazze più meritevoli in Serie C.

Prima squadra, settore giovanile ma anche tanto minibasket, come sempre fondamenta del Progetto BEA Leopardi. BEA, come nella passata stagione, sarà una delle poche società del torinese a iscrivere una formazione per ogni categoria, con le MiniLeoparde che saranno impegnate nei campionati Esordienti, Gazzelle e Libellule sotto la supervisione di coach Sara Pollano. Un movimento in forte crescita anche tra le più piccole quindi, che mira a riconfermare e superare le 40 bambine iscritte l'anno scorso.
Come sempre, BEA vuol dire progettualità: grazie all'accordo con Libertas Moncalieri, uno dei poli più importanti a livello nazionale per il basket in rosa, tutte le bambine che giocano con i Leopardi potranno, terminato il percorso nel minibasket, continuare il percorso giovanile in uno dei settori giovanili più rinomati d'Italia.

"In una stagione difficile, dove tante società sono in difficoltà, BEA rafforza il proprio investimento non solo sul maschile ma anche sulla pallacanestro femminile - commenta il Direttore Sportivo Stefano Piccionne - aumentiamo il numero di squadre e campionati, con l'obiettivo di aumentare la qualità del movimento grazie alla nostra struttura organizzativa, ai nostri impianti e a uno staff preparato e specializzato. Questo perchè crediamo fortemente che il basket femminile possa attecchire sul nostro territorio e vogliamo quindi crescere e migliorare sempre di più anche in questo ambito. Abbiamo intrapreso questo percorso con forza e sicurezza e non lo molleremo, è un Progetto in cui crediamo molto e in cui vogliamo investire sempre di più in futuro".



LEOPARDI, PRIDE!