lunedì 23 dicembre 2019

Serie D - La Planet Smart City supera Fossano, vince l'ottava in fila ed è seconda!

Planet Smart City BEA CHIERI SSDRL - Alcoolital BASKET FOSSANO 83-55
Parziali: 25-20, 41-35, 64-43.

BEA CHIERI: Poggio 9, Moretti 4, Barbero 7, Scalzo 9, Stiffi 4, Gatti 15, Bianco V., Gile 12, Bianco P. 2, Dieng 10, Pavone 11, Nicolucci. All. Vassalli, Ass. Allisiardi, Acc. Monteleone.

FOSSANO: Fiore 37, Rosano 4, Del Negro 6, Spedaliere 2, Demaria 2, Massimino 2, Grosso, Morra, Leone, Benzo 2. All. Dematteis, Acc. Morra.

Il 2019 dei Leopardi si conclude con l'ottava vittoria consecutiva. Al PalaCascinaCapello infatti la Planet Smart City BEA supera l'Alcoolital Fossano in una partita combattuta solo nel primo tempo. Non è bastato infatti agli ospiti il talento di Fiore (37 punti alla sirena finale) per contenere capitan Gile e compagni, capaci di mettere in campo una pallacanestro a tratti bella e divertente, che ha coinvolto tutti e 12 i Leopardi scesi in campo. Un successo importante per i chieresi, che chiudono l'anno in bellezza, allungando la striscia e agganciando il secondo posto in classifica in coabitazione con Sagrantino, Carmagnola e TTB, alle spalle della capolista Gators.

Alla palla a due coach Vassalli si presenta con il collaudato quintetto composto da Poggio, Gatti, Pavone, Scalzo e Gile, a cui coach Dematteis risponde con Fiore, Rosano, Del Negro, Demaria e Spedaliere.
BEA vince la contesa e gli ospiti sono già a zona pari, scelta che terranno per i successivi 37 minuti. I Leopardi non si fanno intimorire, e dopo appena 13 secondi la bucano con una tripla di Pavone dall'angolo. Fossano si affida subito al talento di Fiore, che attacca forte il ferro e viene mandato in lunetta. I ritmi sono alti, Gile colpisce ancora la difesa ospite da tre, Del Negro risponde con la stessa moneta aiutato da tre di Fiore. L'attacco di casa gira bene, Scalzo prima in penetrazione e poi con il tap-in, quindi Poggio a finalizzare una bellissima transizione iniziano ad allungare le distanze (12-7 con 6' da giocare). Due contropiedi di Fiore e Rosano sono prontamente ricacciati indietro da un bomba di Poggio e due bei tagli di Gatti e Pavone serviti rispettivamente da Scalzo e Poggio. L'alternativa principale a Fiore nell'attacco dell'Alcootil è il tiro dalla lunga di Del Negro, che dopo una paio di tentativi a vuoto centra il bersaglio riportando i suoi sul -3. Pavone e il solito Fiore fanno botta e risposta per due volte, prima che un rimbalzo offensivo di Barbero convertito in due punti fissi il 25-20 dopo 10' di gioco.
La seconda decina si apre con un antisportivo fischiato a Poggio convertito in due punti da Rosano. Pavone risponde con un rimbalzo offensivo, ma il vero cambio di marcia avviene in difesa, dove il solito Barbero alza il volume dell'intensità. Da una difesa più aggressiva nascono contropiedi, ben finalizzati da Poggio e Pavone, con il vantaggio chierese che arriva al +9. Il solito Fiore tenta di tenere botta, Gatti risponde con un passo e tiro a fil di sirena davvero apprezzabile, Benzo prova ancora a tenere in vita i suoi ma BEA trova il canestro con estrema facilità, grazie anche a tanti rimbalzi offensivi. Stiffi con due canestri consecutivi porta per la prima volta BEA in doppia cifra di vantaggio sul 37-26 a metà frazione. Massimino dalla media riavvicina i suoi, ci pensa il classe 2001 Dieng a colpire per due volte dal pitturato e tenere i chieresi a distanza di sicurezza. Fiore dopo qualche minuto di riposo rientra in campo, e sfruttando qualche minuto di sterilità dell'attacco di casa negli ultimi 3 minuti di frazione, con un personale 7-0 riporta Fossano sul -6 dell'intervallo (41-35).
Alla ripresa delle operazioni è la Planet Smart City ad uscire meglio dai blocchi di partenza: la Virtus esce ancora a zona, ma BEA dimostra di saperla attaccare con sagacia costruendo splendidamente una tripla con Scalzo. Sul ribaltamento di fronte Gatti anticipa e va a depositare due punti al ferro, e in appena 30 secondi il vantaggio arancione è già tornato in doppia cifra. Coach Dematteis allora dopo un paio di minuti sceglie di fermare tutto e parlarci su, ma la partita non cambia. BEA continua ad attaccare bene e anche se non segna costruisce buoni tiri. Poggio corregge un suo errore e segna, "Edo" Gatti segna in contropiede proprio su assist del playmaker arancio-nero e i Leopardi raggiungono le 15 lunghezze di vantaggio a metà frazione (50-35). Fossano fatica a trovare il canestro, con Fiore che si prende tanti tiri, va spesso in lunetta, ma inizia a sentire la fatica anche grazie ad un'ottima difesa di casa. A dare la sferzata decisiva al match ci pensa Gile: tre bombe consecutive dalla punta del Capitano, intervallate solo da un canestro del solito Fiore, fanno esplodere il PalaCascinaCapello e portano Chieri sul +20 (59-39 a poco più di 2' dalla fine del periodo). BEA però non si ferma e colpisce ancora con il tiro pesante con Gatti dall'angolo. Fiore prova a limitare i danni, ma BEA non si guarda più indietro. Coach Vassalli inizia a ruotare e fa esordire in Serie D il classe 2002 Moretti che entra subito bene in partita, così come Dieng e Barbero. A fine terza frazione è 64-43.
L'ultimo periodo si apre con una monumentale difesa si Scalzo su Fiore con stoppata annessa. Sull'altro fronte i Leopardi continuano a costruire bene e andare forte a rimbalzo, avendo spesso seconde chance. Proprio da un rimbalzo arriva la tripla di Barbero per il +24 locale. I giovani si fanno notare, con Moretti che ruba palla e lancia in contropiede Dieng che appoggia sopra il ferro, costringendo coach Dematteis a un nuovo time-out.  La partita però non cambia e si prosegue sullo stesso copione: Fossano segna solo con Fiore (suoi tutti e 12 i punti ospiti della decina), mentre la manovra BEA è più corale. Arrivano così i primi punti per Moretti che segna dal mezz'angolo e da centro area sfruttando un bell'assist battuto di Dieng, a suo volta a segno per tre volte nella frazione. A completare il quadro ci pensano i canestri di Scalzo, Barbero e "Pato" Bianco, che sanciscono l'83-55 finale.

Ora il campionato di Serie D si fermerà per la sosta natalizia. Prossimo impegno per la Planet Smart City BEA sarà nell'anno nuovo quindi: domenica 12 dicembre i Leopardi andranno a far visita ai torinesi del Tam Tam per chiudere il girone di andata, in vista di un inizio di girone di ritorno che si preannuncia di fuoco.

LEOPARDI, PRIDE!