lunedì 11 novembre 2019

Serie D - La Planet Smart City vince anche a Rivoli!

ASD DON BOSCO RIVOLI - Planet Smart City BEA CHIERI SSDRL 48-75
Parziali: 7-23, 19-43, 30-64.

D.B. RIVOLI: Da Col 12, Fall 4, Maritano 5, Brizzolara 4, Faloni 3, Leone, Cioffi 4, Cataldi 2, Marangoni 11, Filippone 3, Di Sipio, Mele. All. Lonoce, Acc. Matera.

Planet Smart City BEA CHIERI: Poggio 6, Segura 4, Barbero 6, Scalzo 2, Stiffi 5, Gatti 11, Bianco V. 6, Gile 15, Bianco P. 9, Pavone 11. All. Vassalli, Ass. Allisiardi, Acc. Monteleone.

Seconda vittoria consecutiva per la Planet Smart City BEA che passa senza troppe storie sul campo del fanalino di coda Don Bosco Rivoli. Nonostante qualche assenza, una partita indirizzata fin dalla palla a due verso la sponda chierese, capace da subito di imporre il proprio gioco nonostante qualche sbavatura di troppo. Difesa, transizione e a tratti buone giocate a difesa schierata le chiavi della partita dei Leopardi, con tutti protagonisti e con ampio minutaggio in campo. 

Alla palla a due coach Vassalli si presenta con Poggio, Gatti, Pavone, Scalzo e Gile, a cui coach Lonoce risponde con Faloni, Cioffi, Cataldi, Filippone e Di Sipio. 
Le prime battute sono confuse e poche spettacolari. Dopo un paio di giri a vuoto però, è Poggio a sbloccarla, seguito a ruota da Pavone. Cioffi accorcia momentaneamente le distanze, ma capitan Gile con un movimento in post da manuale e due liberi firma il 2-8. Rivoli ci mette energia, andando forte a rimbalzo offensivo dove i chieresi peccano un po di attenzione. Proprio da un rimbalzo arriva il gioco da tre punti di Filippone, con i Leopardi che però iniziano a sciogliersi e alzare i ritmi: prima Gatti quindi Pavone fanno 13-5, ancora un Gile ispirato colpisce dalla media prima di tre contropiedi capitalizzati da Poggio, Pavone e Gile. Chieri difende forte e non lascia tiri aperti ai padroni di casa, costretti a tante palle perse e infrazioni di 24 secondi. Lo staff arancione inizia a ruotare, tutti rispondono presente e con altri due canestri di pregevole fattura del capitano la prima frazione si chiude sul 23-7.
La seconda frazione si apre con due triple di Gile e Stiffi che dilatano ancora il gap. Rivoli risponde con la stessa moneta, ma i giovani di coach Vassalli tengono alto il livello della partita: "Vale" Bianco e Segura si iscrivono subito a referto, prima che una spettacolare bimane a difesa schierata di "Pato" Bianco faccia saltare in piedi tutto il palazzetto. BEA però con il passare dei minuti è meno precisa su entrambe le metà campo, con il punteggio che però fortunatamente non ne risente: Maritano prova a suonare la carica, ma Segura, due liberi di Barbero e quattro del maggiore dei fratelli Bianco mandano le due squadre alla pausa lunga sul 19-48.
Al ritorno in campo il copione della gara non cambia. Il quintetto della Planet Smart City gira bene, concede poco in difesa e corre bene in transizione. Gile riprende da dove aveva lasciato, Gatti ne mette 5 in fila, Scalzo fa due su due dalla lunetta e BEA scappa ancora. Cioffi e Maritano cercano di tenere in vita i locali, ma Chieri raccoglie molto in contropiede con Pavone, Poggio e Gatti. Stiffi entra dalla panca e segna da rimbalzo, chiudendo la terza frazione sul 30-64.
L'ultima frazione ha poco da dire alla gara, con i Leopardi che però approcciano male i minuti finali: disattenzioni, poca energia e tanti sbagli banali permettono al Don Bosco di vincere la decina e accorciare le distanze. Alla sirena finale è 48-75.

Una vittoria netta, arrivata dopo una prestazione a tratti convincente che da a coach Vassalli e al suo staff buone indicazioni sul lavoro in palestra e sulla crescita del gruppo. Segnali positivi da praticamente tutti i Leopardi scesi in campo, tutti con ampio minutaggio e tutti a referto.
Per confermare il trend positivo e allungare a tre la striscia di successi, appuntamento a domenica 17 Novembre, quando la Planet Smart City tornerà a casa dopo due trasferte consecutive per affrontare il Basket 2000 Nichelino. Palla a due al PalaCascinaCapello alle ore 19.00.

LEOPARDI, PRIDE!