mercoledì 14 agosto 2019

Coach Aldo Monteleone: un'istituzione per BEA!

Un pilastro del Progetto BEA, in campo e fuori, una figura storica per la pallacanestro a Chieri, dove ogni ragazzo che ha calcato un parquet si è preso almeno una volta una sua occhiataccia subito seguita da un consiglio prezioso o da un incoraggiamento. Non poteva essere diversamente: anche nella prossima stagione coach Aldo Monteleone sarà parte integrante dello staff tecnico BEA.

Chierese doc, Aldo è da anni un'istituzione nella sua città per quanto riguarda la pallacanestro e, sicuramente, anche per il mondo BEA. Alla nascita del Progetto dei Leopardi, il coach chierese è stato uno dei primi a scegliere di dare il suo apporto e mettere le sue grandi qualità, tecniche e umane, al servizio dei ragazzi in arancione.
Come nella passata stagione Aldo anche quest'anno sarà impegnato nel duplice ruolo di assistente allenatore del gruppo Under 20 e Team Manager della Prima Squadra, due ruoli in cui la sua esperienza è stata più che preziosa preziosa. Al di là dei ruoli sul campo però, l'impegno di Aldo non è quantificabile, rendendolo senza dubbio uno dei tasselli fondamentali del mondo dei Leopardi.

Il commento del GM Salvatore Morena:
Aldo è un istituzione a BEA e, più in generale nella pallacanestro chierese, e il suo ruolo va ben oltre il campo. Sarà ancora presente in Prima Squadra da Team Manager e in U20 da assistente, due ruoli che in questi anni ha interpretato con grande passione e qualità. In suo apporto andrà come sempre oltre, anche nella formazione dei nuovi dirigenti e nella gestione del Palasport che diventa sempre più complessa. Siamo ovviamente contenti che Aldo continui a credere nel Progetto di cui è sicuramente un pilastro!

Le parole di coach Monteleone dopo il rinnovo
BEA ha portato a Chieri un modo nuovo di fare pallacanestro, qui vedo organizzazione, progettualità, serietà con al centro i ragazzi e lo sport. Sono felice quindi di essere stato tra i primi a sposare questo Progetto e di continuare a farlo con l'entusiasmo di sempre, per essere parte ancora una volta alla crescita della pallacanestro nel chierese.

LEOPARDI, PRIDE!