giovedì 16 maggio 2019

Under 20 - I Leopardi superano Il Canestro e sono terzi in Piemonte!

BEA CHIERI SSDRL - ASD IL CANESTRO ALESSANDRIA 70-59
Parziali: 14-10, 25-31, 49-49.

BEA CHIERI: Dieng 1, Nicolosi 3, Zanatta 3, Bianco 16, Segura 2, Taricco 16, Longhin, Benedicenti 19, Stiffi 10, Barge, Nocilla, Simon. All. Allisiardi, Ass. Morena, Monteleone, Acc. Bianco. 

IL CANESTRO: D'Angelo, Fracasso 5, Fecchio, Diaz Cervache, Gandini 9, Fassio 12, Candiotto, Simonelli 3, Colli 11, D'Elia 19. All. Billi C., Ass. Billi L.

Dopo la maratona da due ore e dieci della semifinale con Arona, i Leopardi scendono in campo ancora ad Ornavasso a 24 ore di distanza per la finale che mette in palio il terzo posto assoluto in Piemonte. Di fronte ai ragazzi di coach Allisiardi arriva Il Canestro Alessandria, uscito ampiamente sconfitto dalla semifinale con Auxilium CUS Torino, per uno scontro già ampiamente visto in questa stagione: 4 i precedenti, con 2 vittorie per parte. Nella "bella" ad aver ragione sono i chieresi, che nonostante le scorie fisiche e mentali in dote dal giorno precedente e le condizioni non ottimali di molti elementi, hanno fatto valere il maggior tasso atletico e tecnico. 
L'inizio è costellato da tanti errori al tiro da ambo i lati. È Gandini dalla lunetta ad aprire le danze, seguito da D'Elia pronto nel pitturato. La risposta arancione è affidata a 5 in fila di Benedicenti, BEA è macchinosa e non riesce a trovare ritmo, Alessandria però fatica a contenere gli uno contro uno avversari e manda spesso in lunetta Zanatta e compagni. Sono infatti 7 in fila i punti dalla linea della carità per i Leopardi, che sembrano poter avere la partita in mano ma faticano a concretizzare un vero allungo, complice una marcata sterilità offensiva: dopo 10' è 14-10.
Nella seconda decina Il Canestro sale di tono, mentre Chieri dal canto suo spegne completamente la luce. L'attacco arancione si affida solo ad iniziative individuali, a nulla valgono i time-out della panchina, e Alessandria ne approfitta per affondare il colpo: Fassio, D'Elia ed una tripla di Colli ribaltano il punteggio, Stiffi e Nicolosi provano ad arginare la folata fucsia ma la bomba di Simonelli manda le due squadre alla pausa lunga sul +6 "ospite".
Al rientro in campo i ritmi si alzano leggermente. Stiffi riapre le ostilità da tre, Bianco torna in campo dopo essere stato limitato dai falli e inizia subito a segnare ed in un amen il vantaggio alessandrino è annullato. Il Canestro trova buone soluzioni in penetra e scarica servendo ripetutamente D'Elia nel pitturato punendo una distratta difesa arancione, coach Billi gioca la carta della zona ma ancora Bianco dalla lunga e Taricco da sotto puniscono la difesa alessandrina. Con 10' da giocare il punteggio è in perfetta parità (49-49).
Nell'ultima decina finalmente BEA inizia a girare in attacco: capitan Zanatta e compagni eseguono le indicazioni della panchina e costruiscono ottimi tiri, sfruttando a dovere ogni mist match. Taricco fa valere tutta la sua potenza fisica vicino a canestro, Benedicenti è concreto e quando Alessandria cerca di tornare in pista un'altra bomba di "Vale" Bianco spezza definitivamente le speranze de Il Canestro. Alla sirena finale infatti i Leopardi possono festeggiare: 70-59 il finale.

"Faccio i complimenti ai ragazzi e allo staff  per la grande stagione. - debutta il GM Salvatore Morena - BEA è un Progetto che poggia sui giovani del territorio, alcuni componenti di questa squadra hanno giocato più di 50 partite in questa stagione essendosi affacciati alla Prima Squadra; ci sono professionisti che nella stagione di serie A ne hanno fatte molte meno... Di sicuro resta il dispiacere di aver mancato di un soffio la finale. Oltre ad ingrandire la bacheca siamo contenti di avere solide basi per le prossime stagioni, quelle in cui i nostri ragazzi diventeranno dei senior".  

LEOPARDI, PRIDE!