domenica 19 maggio 2019

Under 18 Gold - La rimonta svanisce sul più bello e Collegno passa al PalaCascinaCapello

BEA CHIERI SSDRL - ASD COLLEGNO BASKET 67-73
Parziali: 13-18, 29-40, 48-60.

BEA CHIERI: Dieng 10, Procissi 7, Calleri, Barisone, Taricco 15, Benedicenti 13, Bianco 4, Maistrello 10, Picchialepri, Zanatta, Moretti 8. All. Allisiardi, Ass. Di Bari, Mussio, Acc. Moretti.

COLLEGNO: Dal Ben 2, Lissiotto 4, Olivieri 7, Ferro 16, Droetto, Laterza, Milani 10, Del Nevo 9, Pugliese, Fantini 6, Bertolo 2, Villata 9. All. Carbone, Ass. Lucivero.

Non basta una buona prestazione ad una rimaneggiata Under 18 Gold di BEA per aver ragione della capolista Collegno Basket. In una partita che non aveva più nulla da dire ai fini della classifica finale, con gli ospiti con già in tasca il primo posto matematico ed i chieresi già certi della terza piazza, le due squadre hanno dato vita ad una partita tutto sommato piacevole e scorrevole. 
L'inizio è contratto, con entrambe le squadre che concludono poco e sbagliano tanto. Dopo una prima frazione dalle polveri bagnate, Collegno alza il volume dell'intensità e colpendo ripetutamente in transizione allunga fino al 29-40 dell'intervallo.
Al rientro in campo la partita si fa equilibrata, con gli ospiti che difendono il vantaggio ancora con il contropiede e con la precisione da fuori e BEA che risponde con una buona difesa, quando schierata, e con un attacco più concreto che bello. Ad inizio quarta frazione il vantaggio dei viagganti sembra prendere proporzioni sempre più ampie, sfiorando anche le 20 lunghezze, ma nel momento più difficile i Leopardi serrano bene le fila in difesa trovando di conseguenza il giusto ritmo in attacco. Taricco attaca bene il ferro, Procissi e Dieng sono incisivi nel pitturato su ambo i fronti e punto su punto gli arancioni arrivano fino al -1 a pochi minuti dalla fine. Collegno però è lucida nel finale, Chieri perde un paio di palloni sanguinosi in attacco e così sono i ragazzi di coach Carbone a festeggiare un meritato successo.
Per BEA in ogni caso una buona prova da parte di tutti i ragazzi scesi in campo, tutti con un buon minutaggio, per chiudere una seconda fase sicuramente positiva ma che forse avrebbe potuto dare qualcosa in più in termini di risultati. In ogni caso complimenti Leopardi!

LEOPARDI, PRIDE!