lunedì 15 aprile 2019

Serie D - BEA chiude la regular season con una vittoria: ora sotto con i Play-Off!

POL. DIL. ATLAVIR RIVALTA - BEA CHIERI SSDRL 65-72 d1ts
Parziali: 10-18, 27-34, 40-43, 60-60. 

ATLAVIR: Mortara 18, Rosso ne, Mangone 15, Comazzi, Corrao, Gallo 11, Motta 4, De Iacovo, Tola, Ferrero 11, Nicoletti 4, Fasson 2. All. Ghiani, Ass. Chiotti.

BEA CHIERI: Poggio 10, Segura 6, Taricco 9, Diop 2, Bianco V. 3, Gile 6, Bianco P. 2, Zanatta, Navone 14, Dieng 2, Brito 18. All. Allisiardi, Ass. Morena, Mussio, Acc. Monteleone. 

Si conclude con una vittoria la regular season dei Leopardi in Serie D. Al PalaSangone di Rivalta va in scena una partita priva di significati di classifica per entrambe le squadre, con Atlavir già certa di partecipare ai play-out e BEA qualificata da settima ai play-off, ma che presto diventa un bel test dall'alto livello agonistico e buoni contenuti tecnici. Un match equilibrato, dove prima i Leopardi sono scappati e quindi i padroni di casa sono rientrati, agganciando i chieresi in un finale concitato risoltosi solo dopo un tempo supplementare a favore di capitan Gile e compagni. Privi di Caratozzolo, lo staff chierese ha dato ampio spazio a tutti, raccogliendo buoni segnali e due punti dai propri giovani.

Valentin Bianco
PH: Lary Simon
Alla palla a due coach Allisiardi si presenta con Navone, Poggio, Brito, Gile e Diop, a cui coach Ghiani, replica con Mortara, Mangone, Tola, Ferrero e Nicoletti. Ad uscire meglio dai blocchi di partenza sono i Leopardi, bravi a costruirsi vantaggi interni e concludere sia dal pitturato che riaprendo il gioco. Brito e Diop fanno la voce grossa sotto canestro, Poggio e Navone colpiscono dalla lunetta e BEA va sul 9-4. Atlavir litiga con i ferri e fatica a trovare punti, anche se Mortara e Mangone cercano di riportare i locali a contatto. Ci pensano il neo-entrato Segura con 4 in fila e ancora Navone a ricacciare indietro i rivaltesi e chiudere la prima frazione sul 10-18.
La partita prosegue sulla stessa falsariga anche nella seconda decina. Lo staff chierese ruota ampiamente la panchina dando largo spazio ai giovani che ripagano con impegno ed intensità. Segura, Dieng e Poggio segnano in avvicinamento, sull'altro lato però Atlavir inizia ad attaccare con energia il pitturato e punire una difesa arancione poco attenta. Il time-out ospite serve a solo parzialmente ad aumentare la concentrazione dei chieresi, che prima con due triple di capitan Gile superano la doppia cifra di vantaggio, quindi si fanno colpevolmente riavvicinare. Poggio segna il secondo gioco da tre punti della serata, ma una banale ingenuità concede a Mortara di appoggiare a fil di sirena il 27-34 dell'intervallo.
Atlavir esce meglio dagli spogliatoi e con tanta energia sorprende i Leopardi: Ferrero e Mortara colpiscono la difesa chierese, BEA fatica a costruire buoni tiri e va in affanno. Ci pensa Brito con 7 punti in fila a tenere i suoi a galla, ma da qui in poi la partita diventa un continuo tira e molla. La terza frazione è quella più nervosa, con tanti errori da ambo le parti e tanti contatti ruvidi. Alla fine della decina, il vantaggio ospite è solo più di 3 lunghezze. 
Le due squadre si rispondono colpo su colpo, Taricco è bravo ad attaccare il ferro e segnare assorbendo i contatti, Chieri prova ad aprire la scatola della difesa di casa ma fatica a trovare il fondo del secchiello. Navone da tre sembra poter dare il là all'allungo ospite ma ancora Mangone e Ferrero tengono in vita Rivalta. Ci riprovano Taricco e Brito, ma dopo un paio di giri a vuoto dell'attacco ospite Gallo trova il pareggio sul 55 pari a meno di 1' dalla fine. BEA difende bene, ma Mangone in avvitamento sulla sirena dei 24'' trova il sorpasso. BEA chiama time-out ma Poggio in penetrazione non trova la replica, e dall'altra parte ancora Mangone viene mandato in lunetta, dove con un 1/2 arriva a +2 a 22" dalla sirena. Coach Allisiardi chiama di nuovo time-out, mette in campo il giovane Valentin Bianco, che lo ripaga immediatamente con la tripla del sorpasso. Sul ribaltamento di fronte però Mortara si guadagna due liberi convertiti per il contro sorpasso Rivalta. Con poco più di 10" da giocare Navone si prende la palla, fa tutto il campo ma viene fermato fallosamente, vendo quindi mandato in lunetta. Il playmaker chierese segna il primo e sbaglia il secondo, rimandando il verdetto ai tempi supplementari.
Overtime dominato dai Leopardi (5-12 di parziale), che con Brito, Poggio, Taricco, 4 di Navone, abbinati ad una difesa che concede punti solo dalla lunetta, strappa un'altra vittoria.

Due punti che non cambiano la classifica dei Leopardi, ma che ne confermano solidità e voglia di vincere anche con una formazione a tratti inedita. Due qualità che saranno fondamentali nei play-off, dove BEA si qualifica per il secondo anno di file, che vedranno impegnati capitan Gile e compagni con San Mauro, seconda classificata nel Girone A e formazione quadrata e di esperienza. Sicuramente una sfida non semplice per i chieresi ma tutt'altro che a pronostico chiuso. Ora due settimane per preparare l'appuntamento più importante dell'anno, con la voglia di continuare a crescere e sognare un traguardo sempre più importante.

LEOPARDI, PRIDE!