martedì 5 febbraio 2019

Serie D - BEA fatica ma supera anche Mondovì: quarta vittoria consecutiva!

BEA CHIERI SSDRL - B. C. MONDOVÌ 70-63
Parziali: 20-18, 34-35, 49-51.

BEA CHIERI: Poggio 6, Segura 3, Benedicenti 10, Barbero, Diop 2, Bianco V., G
ile 12, Bianco P., Navone 5, Dieng, Brito 14, Caratozzolo 18. All. Bronzin, Ass. Allisiardi, Acc. Monteleone.

MONDOVÌ: Meroni, Stellino 3, Civalleri 6, Imparato 6, De Simone 2, Camperi 2, Viara, Mondino 2, Tallone 6, Somà 12, Conti 19, Baudino 5. All. Blengini, Ass. Viara, Acc. Ingroia.

BEA cala il poker di vittorie in questo 2019 nel campionato di Serie D, superando al PalaCascinaCapello una buona Mondovì dopo una partita combattuta ed equilibrata. Nonostante quanto potesse dire la classifica, che vede i Leopardi saldamente in zona play-off ed i monregalesi in piena corsa salvezza, ed il risultato della gara di andata, largamente vinta dai chieresi, gli ospiti hanno confermato di essere in un ottimo momento di forma, combattendo ad armi pari con degli Arancioni a tratti apparsi scarichi ed incapaci di pareggiare la fisicità cuneese. Capitan Gile è compagni però hanno saputo compattarsi  nei momenti di difficoltà e venir fuori quando contava, prendendo in mano definitivamente la partita nell'ultima frazione e guadagnandosi due punti importanti per rimanere nelle zone nobili del girone. 

Sebastiano Gile
Alla palla a due coach Bronzin si presenta con Navone, Caratozzolo, Barbero, Gile e Diop, a cui gli ospiti rispondono con Imparato, Camperi, Somà, Conti e Baudino. Ad infilare il primo canestro di serata ci pensano i cuneesi con la tripla di Imparato a cui sul ribaltamento di fronte risponde con la stessa monete una febbricitante Caratozzolo. Mondovì fa vedere fin da subito di non essere venuta in gita in collina, e con la fisicità sotto il canestro dell'ottimo Conti (9 nel quarto) prova a portarsi in vantaggio. BEA fatica a pareggiare l'intensità ospite, la manovra offensiva è poco fluida e la difesa concede sempre qualcosa di troppo, ma con il talento di Gile e Navone, bomba e canestro per entrambi, i Leopardi si tengono a galla, mettendo anche la testa avanti con i punti di Brito, in campo per i due falli precoci di Diop, e Caratazzolo. Un'altra tripla del capitano chierese manda le due squadre al primo break sul 20-18.
La seconda decina segue lo stesso copione della prima, con i monregalesi che mettono in campo tanta energia ed i chieresi che faticano a pareggiarne l'intensità. I ragazzi di Blengini colpiscono a ripetizione con fulminanti contropiedi che colgono spesso impreparata una retroguardia locale non impeccabile, BEA si affida all'energia di Poggio, ottimo il suo ingresso dalla panchina, e alla gioventù di Benedicenti e Segura. Sospinti dai canestri dei primi due e dalla presenza sotto le plance di Brito, gli arancioni sembrano finalmente trovare la quadra, chiudendo bene la via del canestro ed arrivando sul +8 (32-34) con una bella penetrazione mancina di Poggio. Proprio sul più bello però un paio di cambi rompono gli equilibri, ed in un amen Mondovì rimonta con le iniziative nel pitturato di Conti e Baudino e supera con due punti di De Simone. All'intervallo è 34-35 per chi viaggia.
I segnali non sono buoni per i chieresi, e l'ingresso in campo dopo la pausa lunga ne è la conferma. I Leopardi litigano con i ferri del PalaCascinaCapello, faticando a costruire buone soluzioni, sbagliano l'inverosimile in fase di impostazione e tirano con percentuali pessime da ogni zona del campo. Gli ospiti ovviamente non stanno a guardare e approfittando dell'assoluta sterilità offensiva locale iniziano ad allungare, arrivando a toccare il massimo vantaggio sul +9 con un tiro libero di Imparato (34-43). Dopo 5' dall'inizio del secondo tempo Caratozzolo viola finalmente la retina ospite con un arresto e tiro dalla media dall'alto coefficiente di difficoltà, prima che però il terzo fallo personale lo costringa a sedersi in panchina. Qui però la partita cambia: coach Bronzin mescola le carte e trova la formula giusta con un inedito quintetto composto da Poggio, Benedicenti, Segura, Brito e Diop, che riesce finalmente a pareggiare la fisicità cuneese in ogni zona del campo. La chiave è vicino a canestro, dove Diop e Brito fanno la voce grossa a rimbalzo (alla fine saranno 11 per il primo e 17, di cui 6 offensivi per il secondo), segnando spesso su seconde o addirittura terze opportunità. La difesa si fa intensa e non concede nulla di facile, Brito ne mette 6 di fila, Benedicenti colpisce da fuori e al 30' il vantaggio ospite è diventato di sole 2 lunghezze (49-51).
L'inerzia ormai è nelle mani dei chieresi, l'aggancio che gli ospiti erano sempre riusciti a respingere si concretizza con un canestro di Poggio, Mondovì ritorna sopra con un libero di Tallone ma sarà l'ultimo vantaggio monregalese. La partita diventa una battaglia, BEA trova ancora punti da sotto con Brito, Diop deve lasciare il campo per falli, ma lo sostituisce capitan Gile che dopo aver faticato nei quarti centrali si iscrive subito nuovamente a referto con una parabola dai 6.75. La stessa sorte del lungo di origine senegalese capiterà anche a Brito, non prima di un altro rimbalzo offensivo convertito in 2 punti, ma ormai i Leopardi sono padroni del campo. Caratozzolo si alza dalla panchina e da spettacolo: prima una tripla dai 7 metri abbondanti e quindi, dopo la pronta risposta di Conti, una altro tiro dalla lunga dopo uno step back di pregevole fattura che fa letteralmente esplodere il pubblico del PalaCascinaCapello sul +7 BEA a poco più di 1' dalla fine. Mondovì ricorre al fallo sistematico, ma prima Gile e quindi ancora Caratozzolo sono glaciali dalla lunetta, arrivando al +10. La tripla da lontanissimo di Stellino a pochi secondi dalla fine serve solo a sancire il 70-63 finale.

Quarto successo consecutivo quindi per i Leopardi, che tengono così il passo del gruppo di testa, a - 4 dalle seconde Beinaschese e Gators e a -2 da TTB Pino, allungando dall'altra parte sulle inseguitrici Reba, Savigliano e Sagrantino. Proprio quest'ultima sarà la prossima avversaria degli Arancioni, per una trasferta che aprirà un ciclo di partite difficili che diranno di più sulle ambizioni dei chieresi. Si inizia quindi con il Sagrantino della "star" Davide Parente, l'anno scorso tra Auxilium Torino in Serie A e Virtus Roma in Serie A-2 e che come da previsioni sta scardinando la classifica marcatori della categoria dal suo arrivo qualche settimana fa a suon di "trentelli". Appuntamento a venerdì 08/01, palla a due alle ore 21.15, al PalaCollegno per una sfida sicuramente ricca di spettacolo. 

LEOPARDI, PRIDE!