domenica 27 gennaio 2019

Under 20 - BEA vince anche a Carmagnola e cala la dodicesima!

ABC CARMAGNOLA - BEA CHIERI SSDRL 42-64
Parziali: 9-22, 25-38, 36-57.

CARMAGNOLA: Paschetta 4, Divià 5, Omedei, Pellissero 4, Milanesio 4, Lanfranco 3, Ingramo 2, Petrini, Esposito 4, Bertorello 8, Bertero 8. All. Randazzo.

BEA CHIERI: Nicolosi 2, Zanatta 6, Bianco 5, Segura 20, Longhin, Stiffi 13, Fumero, Sortino 1, Maistrello 9, Barge 2, Nocilla 3, Simon 3. All. Allisiardi, Ass. Monteleone, Acc. Bianco.

Paolo Maistrello al tiro
A primato e qualificazione ottenuta, prosegue nel migliore dei modi la marcia di avvicinamento dei Leopardi alla seconda fase del campionato Under 20. A Carmagnola infatti i ragazzi del duo Allisiardi-Monteleone inanellano il dodicesimo successo consecutivo, frutto di una prestazione forse un po' ondivaga ma che non ha mai visto il risultato in discussione.
I Leopardi mettono subito la questione sui binari giusti, sopperendo ad un'intensità forse non ideale con una grande precisione al tiro dalla lunga. Bianco, Nocilla e Stiffi (3/4 dai 6.75 nei primi 10' per lui), spingono il vantaggio arancione fin da subito in doppia cifra. Chiuso il primo quarto sul 9-22 però i chieresi si rilassano decisamente troppo, smettendo di fatto di giocare e aprendo la strada alla rimonta locale. Troppi errori e troppi disattenzioni fanno sì che Carmagnola ci creda, ma dopo qualche minuto di sbandamento totale i richiami dello staff sono accolti e in un amen BEA torna sul +13 dell'intervallo grazie all'energia di Simon e ancora Stiffi.
Al rientro in campo poi i Leopardi chiudono definitivamente la questione. Transizione, buone soluzioni ed una difesa concreta portano il vantaggio ospite a sfiorare le 30 lunghezze, suggellare da un 3/3 da 3 in fila di Maistrello. A 2' da fine periodo il tabellone recita un eloquente 29-57. Carmagnola ha il merito di non mollare mai la presa, e con un mini-break di 9-0 riporta il gap sotto le 20 lunghezze. 
L'ultima decina si trascina via senza spettacolo, con tanti minuti per tutti ed una carrellata di incredibili errori al tiro che alla fine fanno sì che la contesa si chiuda su di un 42-64 giusto ma che sarebbe sicuramente potuto essere più ampio. 
Ancora una volta buoni segnali a tratti per un gruppo che sta trovando conferme ma che, in vista di impegni più probanti, dovrà trovare il modo di essere più continuo lungo tutto il corso dei 40'. Ora ultimo appuntamento della seconda fase mercoledì 30/01, quando al PalaCascinaCapello arriverà l'ostico Basket 2000 Nichelino. 

LEOPARDI, PRIDE!