martedì 15 gennaio 2019

Under 20 - BEA vince anche ad Alessandria ed è matematicamente prima!

PALL. ALESSANDRIA - BEA CHIERI SSDRL 57-69
Parziali: 14-16, 28-32, 43-32.

ALESSANDRIA: Ronco, Trombini, Curioni, Longhin, Brullo 4, Quargnetti, Amisano 4, Botter 4, Censabella 4, Yahya 19, Garlando 10, Zogno 12. All. Mossi.

BEA: Dieng 2, Nicolosi 5, Zanatta 4, Bianco 9, Segura 12, Taricco 3, Longhin 3, Benedicenti 16, Stiffi 15, Maistrello, Pirocca, Nocilla. All. Allisiardi, Ass. Monteleone, Acc. Bianco.


Nella sfida al vertice del campionato Under 20, i Leopardi passano sul campo della Pallacanestro Alessandria seconda in classifica e con due giornate di anticipo si qualificano matematicamente alla seconda fase da prima. 
Fin dalla palla a due si capisce che il compito per gli arancioni sarà più difficile del solito: Alessandria parte meglio e buca subito la retina con lo spauracchio Zogno, BEA sembra impacciata e poco attenta e così la panchina chierese usa subito un time-out per dare la carica. La mossa da i suoi frutti e gli arancioni iniziano, con un paio di minuti di ritardo a carburare.
Bianco fa salire il livello della difesa e l'attacco chierese inizia a girare bene trovando buone soluzioni, anche se sono troppi gli appoggi banalmente sbagliati per permettere di prendere davvero in mano la partita. Le due squadre così si rispondono colpo su colpo, con Benedicenti che suona la carica con 3 triple quasi filate e Yahya con la sua presenza sotto le plance a rispondere per il 28-32 della pausa lunga.
Al rientro in campo Alessandria tenta la carta della zona, mossa che però viene ben accolta dai Leopardi: un tap-in di Bianco, un piazzato dalla media di Zanatta ed una tripla di Benedicenti sono il frutto di ottimi attacchi che portano finalmente il vantaggio chierese in doppia cifra. Accusato il colpo i padroni di casa cercando di riorganizzarsi e rifarsi sotto, ma nonostante qualche difficoltà in più i Leopardi riescono a gestire il vantaggio acquisito. Stiffi è concreto e trova punti pesanti, Segura si accende e fa valere il fisico sui mistmatch, Nicolosi e Longhin si alzano con la giusta mentalità dalla panchina ed i Chieresi non si guardano più indietro. Alla sirena finale i Leopardi possono festeggiare una vittoria giusta contro un ottimo avversario, frutto di una partita ben giocata da tutti i ragazzi scesi in campo.
Ora, a primato definitivamente conquistato, due partite per tenere alto il livello dell'attenzione in vista della seconda fase. Prossimo appuntamento martedì a Carmagnola. 

LEOPARDI, PRIDE!