martedì 4 dicembre 2018

Serie D - BEA ci prova ma cede il passo alla capolista Alter '82

BEA CHIERI SSDRL - ASD ALTER '82 PIOSSASCO 63-80
Parziali: 14-21, 32-37, 46-56

BEA CHIERI: Poggio 2, Segura 4, Benedicenti 14, Barbero 2, Taricco 3, Tagliano, Diop 11, Bianco V., Gile 20, Bianco P. 2, Navone 3, Caratozzolo 2. All. Bronzin, Ass. Allisiardi, Acc. Monteleone.

ALTER '82: Battezzati 4, D'Onofrio 6, Liso 4, Santoriello 11, Vair 8, Badariotti 20, Pizzicalla 6, Ghirardi 5, Bombardi 4, Aruga 1, Favretto 3, Tarsia 8. All. Vidili, Ass. Massa, Prep. Biccarin.

Ad una BEA buona solo a tratti non riesce l'impresa di fermare la corsa della lanciatissima capolista Alter '82 Piossasco. Davanti ad una cornice di pubblico davvero di altra categoria, con una PalaCascinaCapello pieno ed arancione come non mai in questa stagione, i Leopardi sono riusciti a giocare alla pari con probabilmente la principale favorita al salto di categoria per tre quarti, pur alternando ottime cose a momenti di sbandamento, alzando bandiera bianca solo negli ultimi minuti. A nulla sono valse le ottime prove del front-court Gile-Diop e dei giovani Benedicenti e Taricco contro l'energia e la precisione degli ospiti, che meritatamente si sono aggiudicati i due punti in palio. Da segnalare tra le file chieresi l'esordio stagionale di Carlo Navone, al rientro dopo due mesi all'esterno per impegni extra-cestistici, autore di una prova in crescendo che fa ben sperare per le prossime gare.

Sebastiano Gile
Venendo alla cronaca della partita, alla palla a due coach Bronzin si affida al quintetto composto proprio da Navone, Poggio, Caratozzolo, Gile e Diop, a cui coach Vidili risponde con Santoriello, Vair, Badariotti, Ghirardi e Favretto. I primi minuti sono dalla polveri bagnate su entrambi i fronti. La sblocca Diop per il primo vantaggio locale di serata, seguito subito a ruota da Santoriello. Dopo il 4-2 firmato ancora dal lungo chierese, Alter scava il primo solco della gara: BEA concede troppo a rimbalzo offensivo e Piossasco ne approfitta, Badariotti sale in cattedra e infila tre triple nella decina ed il vantaggio ospite diventa presto in doppia cifra. Capitan Gile si prende la squadra sulle spalle caricando gli ospiti di falli e andando con regolarità in lunetta, ma sono due appoggi consecutivi del 2001 Benedicenti a far tornare il gap sotto quota 10 lunghezze: a fine primo quarto è 14-21 per chi viaggia.
Ancora Gile apre il secondo quarto con un tiro dalla lunga , dall'altra parte rispondono Ghirardi e Vair ma da qui inizia il miglior momento dei Leopardi. Taricco (anche lui classe 2001) entra dalla panchina e mette subito in campo la giusta energia, Diop continua a strappare rimbalzi e trovare canestri pesanti nel pitturato e Benedicenti infila due triple pesanti, entrambe proprio su assist del coetaneo Taricco, che dimezzano lo svantaggio chierese. Solo altre due bombe di D'Onofrio e due liberi di Santoriello permetto ad Alter di chiudere il primo tempo sul +5 (32-37).
La pausa lunga serve agli ospiti per rinfrescarsi le idee dopo il piccolo parziale incassato, ed il viaggio in spogliatoio sembra riaccendere i ragazzi di coach Vidili. BEA continua ad andare in difficoltà contro l'aggressiva pressione a tutto campo bianco-rossa e Alter ne approfitta per tornare subito in doppia cifra di vantaggio. Caratozzolo ferma l'emorragia con il suo unico canestro di serata, gli arancioni tentano in tutti i modi di restare a contatto ma sono penalizzati da delle percentuali al tiro davvero troppo basse (emblematico il 13/22 finale ai tiri liberi) e da qualche sbavatura di troppo. Due magate a centro area di Poggio e Segura accendono il folto pubblico chierese, ma gli ospiti non si fanno intimorire. Badariotti e Pizzicalla firmano subito il +10 (46-56) quando manca 10' alla sirena finale.
Il tempo per rimontare ci sarebbe ancora, ma i Leopardi non sembrano pensarla in questa maniera. L'ultima decina vede infatti una sola squadra in campo, con Alter che prende definitivamente in mano la partita toccando le 20 lunghezze di vantaggio. La difesa chierese, già fin qui non impeccabile, si sfalda completamente e concede davvero troppo alle sfuriate di Piossasco. L'ultimo ad alzare bandiera bianca è un ottimo Gile, che con 10 punti consecutivi cerca di suonare la carica. Benedicenti ne mette ancora 4 ma ormai è troppo tardi, e alla sirena finale il tabellone recita un impietoso 63-80.

BEA cede il passo ad un ottima squadra, non a caso capolista del girone, ma lo fa non senza rimpianti. 80 punti subiti sono sicuramente troppi, frutto di una prestazione ondivaga su entrambe le metà campo e di momenti di black-out totale: aspetti su cui lavorare e da cui ripartire per continuare la corsa ai piani alti della classifica.
Dopo due sconfitte consecutive l'occasione per ribaltare il trend sarà domenica sera, quando i Leopardi andranno a far visita alla Cestistica Cherasco, formazione di bassa classifica ma assolutamente da non sottovalutare, soprattutto in casa. Palla a due alle ore 21 alla palestra Pellizzari di Bra.

LEOPARDI, PRIDE!