lunedì 12 novembre 2018

Serie D - I Leopardi vincono anche con il CUS!

BEA CHIERI SSDRL - CUS TORINO 74-60
Parziali: 13-17, 38-36, 63-49.

BEA CHIERI: Poggio 8, Segura 26, Picchialepri, Benedicenti 4, Barbero 9, Tagliano, Stiffi, Diop 7, Bianco V., Gile 2, Bianco P., Caratozzolo 18. All. Bronzin, Ass. Allisiardi, Acc. Monteleone.

CUS TORINO: Bifulco 4, Ripepi 5, Ronco 5, Balbo, Brizzolara 14, Moglia 5, Petitti 7, Saccotelli 4, Terzi 11, Avino 3, Pirani 2, Pizzonia. All. Lastella, Ass. Marculissi. 

La settimana di fuoco dei Leopardi, alla terza partita in sette giorni, si conclude con un'altra vittoria. Anche il giovane CUS Torino infatti deve piegarsi alla legge del PalaCascinaCapello, ancora inviolato in questa stagione, dopo aver lottato con onore per tutti e 40 i minuti nel match tra quelle che sono probabilmente le squadre più giovani del girone. Dopo un primo tempo sottotono, ancora una volta capitan Gile e compagni hanno alzato prepotentemente il volume nella ripresa e con un terzo quarto da 25 a 13 hanno marchiato di arancione la partita. A nulla sono serviti gli sforzi dei torinesi, con BEA che si è ben difesa guidata dal solito prolifico Caratozzolo e da un Segura a dir poco incredibile da 26 punti (con l'80% del campo), 12 rimbalzi e 6 falli subiti.

Stefano Segura
Venendo alla cronaca della gara, coach Bronzin si presenta alla palla a due con Poggio, Benedicenti, Caratozzolo, Gile e Diop, a cui coach Lastella risponde con Bifulco, Ripepi, Ronco, Moglia e Terzi. BEA non approccia bene la gara, subendo l'aggressività e l'energia dei torinesi. Ripepi inaugura le retine chieresi con un gioco da tre punti, Poggio risponde in penetrazione ma il CUS è più pronto e dopo 4' guida sul 9-2. Coach Bronzin vuole parlarci su con un time-out, in uscita dal quale i chieresi risaviscono almeno parzialmente. Diop, al rientro dopo due giornate di stop, colpisce dalla lunga, Gile si prende i compagni sulle spalle e carica di falli la difesa ospite. I torinesi sono bravi a non disunirsi e alla prima sosta guidano le operazioni per 13-17.
Anche nella seconda decina il CUS mette in campo la sua pallacanestro fatta di intensità e corsa, con i Leopardi che nonostante i ripetuti richiami dello staff perseverano nel concedere troppo spazio alla transizione torinese. La zona mette qualche granello negli ingranaggi ospiti, e con Gile a mezzo servizio per una forte botta al collo, è Segura a guidare i chieresi: il classe 2000 porta sul parquet tutta la sua energia, e con un quarto da 11 punti e tante giocate importanti spinge la rimonta chierese. Il solito folto pubblico arancione da il suo contributo alla carica BEA, e la rimonta finalmente si concretizza sul 29-28 firmato da Caratozzolo dalla linea della carità. Nonostante i tanti, troppi, errori al tiro e le distrazioni difensive, i Leopardi alla pausa lunga sono sul +2 (38-36).
Lo staff chierese nella pausa lunga fa qualche accorgimento e come ormai di consuetudine la terza frazione è quella della svolta. Nonostante un inizio assolutamente non incorggiante, con un minibreak ospite di 5-0 nel primo minuto, i Leopardi da li in poi prendono in mano la partita. Barbero entra in campo e da la carica in difesa, Caratozzolo e Segura continuano a bucare la retina "cussina" con continuità ed in un amen gli arancioni sono in doppia cifra di vantaggio. La grande intensità lascia in debito ai ragazzi di coach Lastella problemi di falli, e l'inevitabile abbassarsi nelle percentuali al tiro fa si che il gap si dilati presto. Al 30' il vatnaggio BEA è +14, dopo qualche minuto dell'ultima frazione tocca anche le venti lunghezze ma gli ospiti sono bravi a non mollare mai e continuare a provare a rientrare.
Nonostante si segni meno, la partita resta godibile, con i Leopardi che sono bravi a respingere la carica ospite e gestire bene il proprio vantaggio. Alla sirena finale il tabellone del PalaCascinaCapello dice 74-60, con gli ultimi secondi che lasciano spazio all'esordio in categoria del 2001 Mattia Picchialepri.

Seconda vittoria in fila quindi per i Leopardi, che iniziano così a stabilizzarsi nella parte alta della classifica in luce dei risultati del weekend.
Ora i prossimi impegni saranno decisivi per la truppa di coach Bronzin. Si inizia venerdì, con la trasferta a Carmagnola, un trittico di partite con tre dirette concorrenti alle posizioni nobili del girone, un ciclo che potrebbe già dire molto sulle ambizioni dei chieresi. Il primo match, come detto venerdì, ore 21.15 al Palasport di C.so Roma a Carmagnola, sarà una trasferta tanto impegnativa quanto importante per un gruppo che, seppur ancora con qualche assenza di peso, sta imparando a conoscersi e giocare una pallacanestro spettacolare e divertente. 

LEOPARDI, PRIDE!