sabato 24 novembre 2018

Serie D - I Leopardi scivolano sul parquet dei Gators

B.C. GATORS SAVIGLIANO - BEA CHIERI SSDRL 66-54
Parziali: 16-17, 29-30, 52-45.

GATORS: Pautasso, Bottero, Sabena 9, Arese 15, Lieto 6, Cerutti, Calderone 7, Giacone 12, Fissore, Nasari 17. All. Arese, Ass. Nasari, Scotta.

BEA CHIERI: Poggio 6, Segura, Benedicenti 6, Barbero 11, Taricco, Stiffi 2, Diop 4, Bianco V., Gile 13, Bianco P. 3, Dieng, Caratozzolo 9. All. Bronzin, Ass. Allisiardi, Mussio. Acc. Grugnetti. 

Si interrompe a quota tre la striscia di successi dei Leopardi in Serie D. Sul difficile parquet dei Gators Savigliano, i ragazzi di coach Bronzin hanno ceduto di fronte all'esperienza e all'energia dei padroni di casa, squadra partita con qualche difficoltà ma costruita per recitare anche quest'anno un ruolo da protagonista in un girone che sta delineando sempre di più i suoi equilibri. Uno scontro diretto tra due squadre di alto livello quindi, in cui però i saviglianesi sono stati più bravi ad imporre il proprio ritmo e far andare fuori giro i chieresi, incapaci di riproporre lo stesso bel gioco e trovare gli stessi equilibri che ben avevano funzionato nelle scorse settimane. Merito dei Gators, probabilmente alla miglior prestazione stagionale fin qui, ma anche colpa di degli Arancioni incapaci di reagire di fronte alle difficoltà arrivate nel corso del match.

Andrea Barbero
PH: Lary Simon
Venendo alla cronaca della gara, BEA si presenta alla palla a due con l'ormai rodato quintetto formato da Poggio, Benedicenti, Caratozzolo, Gile e Diop, a cui coach Arese risponde con Sabena, Arese, Calderone, Giacone e Nasari. L'inizio degli Arancioni è promettente: il 2001 Benedicenti apre le marcature dalla lunga, Caratozzolo imbuca prima in back-door su assist di Gile e poi dalla lunetta, dall'altra parte risponde solo Calderone e dopo 4' è 7-2 BEA. I Gators però non ci stanno e prima Nasari e quindi Arese sbloccano i saviglianesi e li rimettono subito in partita. La marcatura asfissiante e fisica (a volte forse troppo) di Fissore su Caratozzolo porta i suoi frutti, e la partita si fa equilibrata. Il ritmo è alto, i chieresi trovano canestri importanti con capitan Gile e Diop, ma subiscono troppo in transizione con Sabena che è bravo a farsi trovare pronto a rimorchio e tenere in scia i suoi. Al primo break è 16-17 BEA.
Anche nella seconda decina i ritmi si mantengono alti, gli arancioni concedono meno alla transizione locale ma sull'altra metà campo sono spesso frettolosi e poco lucidi. Sono ancora Arese e Nasari a sospingere i padroni di casa, mentre gli ospiti rispondono con Caratozzolo, Gile e Poggio. Enrambe le squadre fanno fatica a trovare la via del canestro, coach Bronzin non trova certezze dalla suo quintetto e così è la panchina a dar linfa agli arancioni: Barbero porta il suo solito contributo di energia e difesa forte, "Pato" Bianco entra in campo, punisce subito dalla lunga e serve un bell'assist per Stiffi. Dopo una mini-fuga ospite (+5), Giacone trova un paio di canestri importanti, e due liberi di Gile mandano le due squadre negli spogliatoi con il vantaggio ospite immutato rispetto a 10 minuti prima. 29-30 all'intervallo.
Al rientro in campo la partita cambia. Gators alza ancora di più il livello di fisicità difensiva, i Leopardi sembrano frastornati e subiscono l'intensità casalinga. In un amen i padroni di casa rubano due palloni e fanno 4-0, gli arancioni non riescono a fermare l'emorragia e vanno in tilt. Neanche un time-out di coach Bronzin riesce a cambiare le cose, con Giacone, Sabena e Nasari che firmano il parziale di 12-2 che manda gli arancioni sotto in doppia cifra dopo soli 5' dall'inizio della frazione. BEA fatica a trovare soluzioni in attacco, due triple di Barbero e Caratozzolo sono boccate di ossigeno che sembrano poter rimettere in carreggiata gli arancioni che toccano anche il -4, ma al 30' il tabellone dice 52-45 locale.
Nell'ultima decina però i Leopardi non riescono a trovare il guizzo giusto per rientrare veramente in partita. Scelte affrettate, poca lucidità e troppo nervosismo sono il riassunto dei dieci minuti finali dei chieresi. I Gators difendono bene il vantaggio, che si dilata fino al 66-54 di fine gara solo nel finale.

Un risultato giusto per quanto negli ultimi venti minuti, dove i Leopardi si sono dimostrati assolutamente incapaci di reagire di fronte alla fisicità e all'aggressività degli avversari. Forse un passo indietro rispetto alle ultime convincenti uscite, sicuramente una lezione da imparare in fretta per riprendere il percorso positivo intrapreso fino ad oggi. 
Il prossimo impegno sarà infatti subito un test importante. Dopo due trasferte si torna al PalaCascinaCapello, dove arriverà l'Alter '82 Piossasco, probabilmente la squadra più in forma del momento nonché una delle principali candidate al salto di categoria, per un match che si preannuncia spettacolare. Appuntamento a domenica 02 Dicembre ore 19 in Strada San Silvestro.

LEOPARDI, PRIDE!