martedì 30 ottobre 2018

Under 20 - Vittoria opaca con Beinasco

BEA CHIERI SSDRL - ASD BEINASCHESE OTB 47-33
Parziali: 10-12,  21-15, 29-22.

BEA: Dieng 7, Nicolosi, Bianco 12, Ceriani, Longhin 2, Stiffi 11, Fumero 3, Maistrello 2, Pirocca 2, Barge, Nocilla 2, Simon 5. All. Allisiardi, Ass. Monteleone.

BEINASCHESE: Mero 3, Ferretti, Gianpaolo, Sasso 6, Peyrani 5, Moneta 2, Ariotti 9, Ludovico, Casuscelli 3, Dvornicich 5. All. Zorzetto, Ass. Rosso.

Samuele Fumero
Al PalaCascinaCapello basta una prestazione appena ai limiti della sufficienza ai ragazzi del duo Allisiardi - Monteleone per aver ragione della Beinaschese nella terza giornata del campionato Under 20. 
Ritmi bassi e poco spettacolo sono il leitmotiv di una partita in cui le difese l'hanno fatta da padrone, con i Leopardi incapaci di imporre la propria pallacanestro su un avversario si ostico e motivato, ma sicuramente alla portata. 
L'inizio è lo specchio della gara: qualche buona difesa mette una pezza ad un attacco arancione che gira sotto ritmo, con palle perse banali e basse percentuali che tengono a contatto gli ospiti, che con un canestro a fil di sirena sull'ennesima sbavatura arancione di serata finisco la prima decina sul +2.
Ci si aspetta un moto di orgoglio da parte dei padroni di casa, ma una vera scossa arriva solo con l'ingresso in campo di un ottimo Fumero, bravo a farsi trovare pronto e portare la giusta energia in campo dando un sostanziale contributo al mini allungo chierese. Alla pausa lunga è 21-15 BEA. 
Il cambio di registro non arriva neanche dopo l'intervallo, con la partita che sostanzialmente continua sulla stessa falsariga. Lo staff chierese non trova le giuste risposte dal quintetto, e così da ampio spazio alla panchina. Il vantaggio chierese finalmente prende contorni più importanti solo nell'ultima frazione, in cui si arriva tra le 15 e le 20 lunghezze, nonostante Beinasco sia brava a crederci e giocare le proprie carte fino in fondo. Il canestro di Nocilla, capitano per l'occasione vista l'assenza di Zanatta, fissa il punteggio sul 47-33 finale. 
Da salvare il risultato, ma da un gruppo dalle ottime potenzialità ci si aspetta sicuramente qualcosa di più. Le assenze, ancora importanti, non possono essere una scusante per una prestazione del genere. 
Ora si torna in palestra per cambiare faccia ed arrivare pronti alla sfida con PMS Moncalieri.


LEOPARDI, PRIDE!