sabato 21 aprile 2018

Under 20 - BEA si rialza subito ed espugna la tana del Reba

PGS REBA BASKET - BEA CHIERI: 57 - 59
Parziali: 12-6;23-26;37-45

REBA: Reale, Pasero, Cinty 8, Happy 6, Bosio, Ferrero 11, Carchia 2 , Sabon 17, Curri, Nazzaro 13. All. Antoniotti

BEA: Zanatta 16, Panero, Stiffi 2, Piacentini 1, Negro 3, Bianco P. 14, Defilippi 5, Gagliasso 16, Lanfranco, Berruto 2. All Monteleone, Ass. Allisiardi

Marco Piacentini
Dopo lo scivolone della scorsa settimana con la capolista Settimo, i Leopardi riprendono subito la loro marcia nella seconda fase del campionato Under 20. Sul sempre difficile parquet di Via Massari, casa del Reba, dei Leopardi in piena emergenza (con una formazione per sei dodicesimi diversa da quella dei primi due impegni) fanno loro una gara maschia, dalle basse percentuali e dalle tante "botte", in cui però il maggior tasso tecnico dei chieresi ha fatto la differenza.
Alla palla a due però sono i verdi di casa ad approcciare meglio la gara, chiudendo bene l'area alle incursioni ospiti che trovano con il contagocce la via del canestro pur costruendo spesso buoni tiri. Sul 10-0 "Pato" Bianco con un bel canestro in acrobazia sblocca i suoi, che prendono un po più di fiducia ed iniziano a rifarsi sotto (12-6 al 10').
Piacentini e Defilippi si alzano dalla panchina e portano in campo la giusta dose di energia, BEA alza l'intensità e 5 in fila proprio del numero 50 in maglia nera propiziano il sorpasso chierese. I padroni di casa giocano la carta della zona, capitan Zanatta si prende la squadra sulle spalle e la punisce bene dal post basso. Uno splendido alley-up a fil di sirena di Bianco proprio per Zanatta fissa il 23-26 dell'intervallo.
Dopo la pausa lunga Reba prova ancora a mischiare le difese, gli ospiti provano ad attaccarla in velocità trovando spesso buoni canestri, ma quando lo devono fare a difesa schierata trovano più difficoltà. I torinesi si tengono in vita con i rimbalzi offensivi, ma a cavallo tra terzo e quarto periodo Gagliasso si accende e con tre triple in un amen, a cui si aggiunge anche una di Negro, manda finalmente il vantaggio arancione in doppia cifra.
Qualche problema di falli condiziona le rotazioni di coach Monteleone, chi scende in campo si fa comunque trovare sempre pronto, ma la zona di casa continua a mettere qualche sassolino negli ingranaggi BEA. Ancora Zanatta con un paio di arresti e tiri dalla media da fiato ai suoi, Reba però continua a crederci e inizia a ridurre il gap. Ferrero si dimostra una spina nel fianco per la difesa ospite, prima con una bomba dall'angolo, poi con tre tiri liberi guadagnati dopo un fallo (dubbio) fischiato a Piacentini porta i verdi a -2. Il fallo sistematico porta in lunetta i chieresi, mai perfetti ma che con Gagliasso, Piacentini e Bianco fanno sempre 1/2. È la difesa però a fare la differenza, con i torinesi che non trovano più il fondo del secchiello. Zanatta viene mandato in lunetta a 1 secondo dalla fine, saggiamente segna il primo e sbaglia il secondo mettendo la parola fine al match.
Una vittoria sudata su uno dei campi probabilmente più difficili del girone, dove tutti i Leopardi sono stati bravi a rispondere presente quando chiamati in campo venendo fuori egregiamente da una partita complicata. Prossimo impegno mercoledì 25/04 al PalaCascinaCapello: ospiti di turno il Sagrantino B.C. per l'ultima giornata di andata della seconda fase che al momento vede BEA in terza piazza.

LEOPARDI, PRIDE!