venerdì 16 marzo 2018

Under 16 Elite - La Planet Smart City inizia la Coppa con una vittoria!

A.D. VENARIA REALE PALL. - Planet Smart City BEA CHIERI  46-56
Parziali: 12-10, 25-23, 36-34.

VENARIA: Spennacchio 10, Petruzzi, Volpiano, Pietracatella 5, Spinarà 8, Sabucco 4, Maragna 17, Benedetto, Comoglio, Merlo, Musuraca 2, Risso. All. Drago Acc. Spennacchio.

Planet Smart City BEA: Chiara 16, Bozzone 9, Barisone 2, Carena 9, Procissi 10, Gallino,  Zanatta 4, Moretti 2, Ghigo, Scalenghe 4. All. Felletti,  Acc. Moretti.

Davide Carena
La Planet Smart City BEA nella prima giornata del Girone Coppa torna sull'ostico campo del  Venaria Reale, affrontato nel girone di qualificazione, non più di un mese fa, con il risultato che aveva sorriso ai padroni di casa. 
Nel primo periodo le due formazioni si impegnano più a distruggere che a costruire, il gioco latita e i pochi punti a referto vengono fuori prevalentemente da iniziative personali. 
Anche nel secondo periodo i Leopardi non riescono a prendere l'iniziativa ed in attacco giocano in maniera disorganizzata e caotica. La partita non si sblocca e al riposo lungo il divario non è cambiato, con Venaria conduce di due punti. 
L'intervallo serve a Coach Felletti per chiarire le idee ai propri giocatori e al rientro in campo la Planet Smart city gioca con più ordine. BEA riesce finalmente ad arrivare con più facilità a canestro ma la poca precisione da sotto il tabellone li limita. Venaria si dimostra squadra tosta, non vacilla e si chiude ancor di più. Il parziale è di undici pari, punteggio molto basso per il gioco visto in campo. Negli ultimi dieci minuti Carena non ci sta e, in poco più di un minuto: ruba palla a metà campo, interrompe due azioni dei Venariesi ma soprattutto urla tutta la sua determinazione. I compagni prendono esempio e grazie ad un colpo di reni nei minuti finali si portano in vantaggio fino al più dieci finale. 
Prossimo impegno domenica 25 Marzo contro Bra, altro avversario già incontrato nella fase di qualificazione. Nei Leopardi è ancora limpido il ricordo del ritorno in casa BEA, dove i Braidesi si imposero per 68-36: siamo sicuri che Chiara e soci vorranno sportivamente vendicarsi!

LEOPARDI, PRIDE!