mercoledì 20 dicembre 2017

Under 16 Elite - Un fine 2017 di fuoco per i Leopardi: due vittorie ed una brutta sconfitta

Un finale di 2017 impegnativo per la Planet Smart City BEA. Tre partite in poco più di una settimana hanno fatto ancora una volta vedere come questi ragazzi siano capaci di alternare in pochi giorni prestazioni convincenti a risultati inspiegabili, chiudendo l'annata con un bottino di due vittorie ed una sconfitta.


CUS TORINO ASD - Planet Smart City BEA CHIERI 59-64
Parziali:19-13, 29-25, 36-44.

CUS: Alessandria 6, Console, Dosio 2, Durante 13, Grasso, Martinello 2, Piccinelli 17, Pizzonia 7, Ventura 10, Cennamo 2, Morello, Guida. All. Marculissi.

Alessandro Barisone
Planet Smart City BEA: Procissi 17, Chiara 12, Bozzone 8, Barisone 4, Carena 6, Perenno 7, Ferrone, Zanatta, Moretti 10, Manassi, Ghigo. All.Felletti, Ass. Piumatti, Acc. Moretti.

La prima gara è la sempre difficile trasferta alla Panetti, casa del CUS Torino. I Leopardi entrano in campo carichi e motivati, ma le troppe palle perse o letteralmente regalate agli avversari, permettono agli universitari di andare alla pausa lunga sul +4, nonostante le buone giocate di capitan Chiara e Procissi.
Dopo l'intervallo BEA cambia faccia, mette in campo il giusto atteggiamento e con un parziale da 7-19 nel quarto si porta al comando del match. Il CUS però non ci sta, e guidato dall'estro di Piccinelli si rifà sotto fino al -3. La Planet Smart City è però più solida, e nel finale grazie ai liberi di Perenno e Moretti chiude la gara sul 59-64.


Planet Smart City BEA CHIERI - BASKET FOSSANO  77-73
Parziali: 13-18, 30-37, 51-57.

Planet Smart City BEA: Procissi 20, Chiara 13, Bozzone 5, Barisone, Perenno 8, Ferrone, Manassi, Carena 4, Landi, Zanatta, Moretti 23, Ghigo 4. All. Felletti, Ass. Piumatti, Acc. Moretti.

FOSSANO: Duca 2, Chiaremello 22, Vassallo 2, Bosio, Raviola 10, Del Negro 28, Pecchenino 3, Leone, Grosso 4, Muiamba, Piumatti 2, Franchi. All. De Matteis Acc. Chiaremello

Daniele Moretti
Nel secondo impegno di un weekend piuttosto impegnativo, la Planet Smart City BEA supera i pari età del Basket Fossano al termine di una partita combattuta fino ai minuti finali.
Brutto primo quarto dei padroni di casa che non riescono a limitare gli avversari e a produrre quanto servirebbe nella metà campo offensiva. Nel secondo periodo i Leopardi danno cenno di risveglio ma il Fossano incrementa il vantaggio grazie a un'alta percentuale al tiro da lunga strabiliante. Si va al riposo con BEA sotto di sette lunghezze.
Il rientro in campo dei Leopardi da però la svolta alla partita: finalmente in attacco la squadra si cerca trovando con continuità la via al canestro, anche se purtroppo in difesa i locali lasciano ancora troppe conclusioni facili agli avversari. Gli ultimi dieci minuti vedono così partire dal meno sei la Planet Smart City. Moretti, ottima la sua prestazione con ventitré punti e una grinta illimitata, chiama alla riscossa, i compagni rispondono alzando l'intensità. Il parziale è di ventisei a sedici è quello decisivo e, pur con qualche errore di troppo nel finale, i Leopardi che possono festeggiare la seconda vittoria in pochi giorni. 


Planet Smart City BEA CHIERI - ABET BRA: 36-68
Parziali: 11-22, 22-42, 27-56

Planet Smart City BEA: Chiara 8, Bozzone 7, Barisone, Perenno 2, Manassi, Carena, Landi 4, Procissi 4, Gallino 2, Zanatta 7, Moretti 2, Ghigo. All. Felletti, Ass. Piumatti, Acc. Moretti.

BRA:Bravo 13, Poggia 3, Ciravegna, Stetco 23, Beruti 3, Berrino 2, Verrilli, Gullino, Yusypiv 10, Gastaldi 1, Vajra, Tunincti 13. All. Borlengo.

Stefano Zanatta
Per l'ultimo incontro del 2017 la Planet Smart City BEA ospita i braidesi dell'Abet, sconfitti agevolmente nella prima gara della stagione pochi mesi fa. La prima del girone di ritorno ha un esito diametralmente opposto.
Gli arancioni, spenti e senza energie, inseguono fin dal primo quarto, chiuso sul -11, frutto di tanti banali errori al tiro e di una difesa assente. La situazione non migliora neanche nella seconda decina, con i Leopardi che non danno cenno di reazione e Bra che continua ad approfittare della lacune di Chiara e compagni, allungando sul 22-42 di metà partita.
La situazione non cambia nella ripresa, e gli arancioni chiudono la partita con un pesante - 32 sul groppone.
Non il miglior modo per concludere l'anno per i ragazzi di coach Felletti, che ancora una volta hanno dimostrato di saper alternare prestazioni di livello e partite completamente da dimenticare.

LEOPARDI, PRIDE!