lunedì 4 dicembre 2017

Serie D - La CheTariffa.it torna a casa e torna a vincere!

CheTariffa.it BEA CHIERI - CESTISTICA CHERASCO 62-61
Parziali: 11-9, 28-27, 42-43.

CheTariffa.it BEA: Simon, Barbero 2, Zanatta, Miglio 3, Bono (K) 8, Fuso 20, Diop 2, Merlo 2, Bianco V., Bianco P., Segura 12, Gile 13. All. Bronzin, Ass. Allisiardi, Mussio, Acc. Monteleone.

CHERASCO: Rolfo 9, Macuta 12, Boffa, Tropini 6, Mariano (K) 4, Daffaut 4, Ascheri 5, Martiengo 9, Bertolotti, Graffi 1, Navone 9, Corvalan 2. All. Scavino. 

Quante emozioni al PalaCascinaCapello! In una partita punto a punto, in cui le due squadre si sono a più riprese alternate al comando, alla fine la spunta una CheTariffa.it più cinica nei momenti clou del match, sospinta da una cornice di pubblico da ben altra categoria, caloroso e arancione come non mai!

Alla palla a due la CheTariffa.it si schiera con Fuso, Barbero, Zanatta, Gile e Diop ma l'inizio è di marca cheraschese. Entrambe le squadre sbagliano molto e segnano poco, gli ospiti sono però più bravi a sfruttare le disattenzioni della difesa arancione e prendere in mano il punteggio sul 9-4. Coach Bronzin prova a cambiare qualcosa pescando dalla panchina, ma alla fine le iniziative degli esperti Gile, Fuso e Bono tengono a galla i Leopardi, che chiudono il quarto addirittura in vantaggio di due lunghezze (11-9).
Anche la seconda decina non cambia copione, con le percentuali che si alzano un po ma Cherasco, guidata da un Navone da nove nel quarto, è brava a riallungare e riportarsi sopra ad una BEA spaesata e contratta, con tanti errori banali in ambo le metà campo. Errori che però diminuiscono progressivamente, e con un finale di quarto in netta ripresa la CheTariffa.it va alla pausa lunga sul 28-27.
 Al rientro in campo Bono e compagni si fanno più agguerriti ed ordinati, con i ragazzi di coach Scavino che però dimostrano ancora una volta di non voler far da vittima sacrificale di fronte alla voglia degli arancioni. La partita si fa più gradevole, con l'agonismo di entrambe le squadre che sopperisce ai tanti errori. Gli arancioni danno l'impressione di poter prendere in mano la partita da un momento all'altro ma ciò non avviene mai, anzi al 30' è proprio Cherasco ad essere sopra (42-43).
Davide Bono
Fuso si guadagna  vari giri in lunetta convertiti ad alte percentuali, Diop continua a spazzare i tabelloni e BEA sembra ingranare. Gli ospiti rimangono in partita di voglia ma Gile sale in cattedra
con la bomba che fa esplodere il folto pubblico arancio-nero. Rolfo risponde con le stessa moneta ma ancora il lungo chierese con un movimento in post di pregevole fattura e capitan Bono con una tripla ben costruita mantengono la CheTariffa.it al comando. La cestistica riesce nell'aggancio, ma quando gli arancioni sembrano in difficoltà il giovane Segura da ossigeno con un rimbalzo offensivo convertito in due punti nel traffico in maniera incredibile. Sul fallo sistematico Fuso porta a +4 i suoi con sei secondi da giocare, ma quando la partita sembra finita la difesa arancione si scorda di Martinengo che con un tiro dai 6.75 riapre, almeno in apparenza, i giochi.
In realtà c'è solo più tempo per l'ennesimo viaggio in lunetta di Fuso, che sbaglia i suoi primi tiri liberi a 2'' dalla fine, gli ospiti hanno troppo poco tempo per costruire qualcosa e così al suono della sirena finale esplode l'urlo di gioia del PalaCascinaCapello.

Una vittoria importante per la CheTariffa.it, che ritrova in casa la solidità che aveva perso nelle due scorse trasferte e che le permette di superare un'avversario che ha dato e darà del filo da torcere a tutti come Cherasco. 
Il prossimo impegno, venerdì sera contro una big del girone come la Beinaschese, squadra esperta e di talento, ci dirà di più sul reale stato di forma dei Leopardi: i padroni di casa partiranno con il favore del pronostico, ma dovranno fare attenzione a questa BEA.

LEOPARDI, PRIDE!