sabato 18 novembre 2017

Serie D - Il black-out ferma la CheTariffa.it in casa della capolista

ASD B.C. GATORS - CheTariffa.it BEA CHIERI 83-79
Parziali: 22-21; 46-31; 60-46.

CheTariffa.it BEA: Gagliasso 3, Barbero 5, Zanatta 5, Miglio 4, Bono (K) 11, Fuso 13, Diop 5, Anselmino, Bianco, Turetta 8, Simon, Gile 25. All. Bronzin, Ass. Allisiardi, Mussio, Acc. Monteleone.

GATORS: Pautasso, Cerutti 3, Sabena (K) 15, Arese 9, Lieto 9, Caldarone 10, Paschetta, Fissore 2, Nasari 23, Botto 12. All. Arese, Ass. Nasari.

Va a sbattere contro la voglia di riscatto della capolista la serie di vittorie iniziata due turni fa della CheTariffa.it BEA Chieri. In una partita tutto sommato equilibrata i Gators di Savigliano scavano il solco decisivo nella seconda metà del secondo periodo, i Leopardi sono bravi a rientrare in gara senza però riuscire a completare la rimonta.

Marco Fuso
Coach Bronzin alla palla a due si affida a Barbero, Fuso, Diop, Turetta e Gile ma l'inizio dei suoi è complicato. La difesa ospite latita ed i padroni di casa ne approfittano, colpendola da ogni posizione con percentuali da capogiro arrivando fino al 12-4. Con il passare dei minuti però la situazione migliora, con la difesa a zona che mette qualche granello negli ingranaggi degli alligatori. La CheTariffa.it così si rifà sotto e chiude sotto solo per un tiro libero sbagliato a pochi decimi dalla sirena, al primo break è 22-21.
Anche al rientro in campo la situazione non cambia, con le due squadre che si confrontano a viso aperto. Il giovane Zanatta entra in campo concentrato e piazza due canestri importanti, ma i Gators rispondono con solidità guidati dall'estro di Nasari. È proprio una tripla dell'esterno saviglianese a dare il là al parziale dei padroni di casa: i Leopardi perdono lucidità, affrettano scelte e tornano disattenti in difesa. La panchina chierese ha finito le sospensioni e anche chi entra dalla panca non riesce a fermare l'emorragia. I Gators non si fermano e due tiri dalla lunga in transizione del solito Nasari suggellano il parziale di 15-0 che taglia le gambe alla CheTariffa.it, che va al riposo proprio sul -15.
Coach Bronzin scuote i suoi durante l'intervallo ed i Leopardi rientrano in campo con nuove energie: cinque in fila di Barbero rimettono in carreggiata i chieresi, ma i bianchi di casa sfruttano tutta la loro esperienza per gestire il vantaggio. Dopo 10' gli arancioni hanno recuperato una sola lunghezza, vincendo il quarto per 14-15.
L'ultima decina però è quella del tutto per tutto: un 6-0 firmato da due triple di un Gile ispirato mette paura ai locali, Chieri mette in campo tutta l'energia che era mancata nel primo tempo trova buone soluzioni su ambo le metà campo. I Gators però fanno vedere il perchè della loro posizione in classifica, non concedendo nulla di facile agli ospiti e punendo ogni minima disattenzione.  Bono e compagni arrivano fino al -6, ma proprio nel momento di maggior difficoltà i saviglianesi sono bravi a rimanere lucidi e tornare sulla doppia cifra di vantaggio. L'uscita per raggiunto limite di falli prima di Fuso e poi di Miglio sembra mettere la parola fine alle speranze chieresi, ma gli ultimi due minuti sono a dir poco infuocati: un Diop fino a quel momento deludente rientra in campo e segna prima due liberi importanti e poi una tripla in transizione, Turetta lo imita e segna un tiro dalla lunga in pochi secondi. Dal canto suo Savigliano sbaglia poco dalla lunetta e riesce a mantenere la testa della partita. Il solito Nasari è glaciale e chiude la partita, c'è spazio ancora per due tiri liberi in seguito ad un fallo antisportivo e un tap-in a fil di sirena di Gile per fissare il punteggio sul 83-79 finale.

Una partita bella e spettacolare per il pubblico accorso sulle tribune del palasport cuneese, dove gli attacchi hanno prevalso su delle difese non sempre impeccabili. La CheTariffa.it paga a caro prezzo il black-out avuto nel secondo periodo, con il margine acquisito dai padroni di casa che alla fine ha fatto la differenza. Da sottolineare comunque la bella reazione nell'ultima decina da parte degli uomini di coach Bronzin e l'esordio in prima squadra del classe 2000 Lary Simon.
Ora tre giorni di riposo per poi tornare in palestra per preparare la sfida di domenica prossima ancora a Savigliano, questa volta sponda A.S.C.

LEOPARDI, PRIDE!