domenica 5 novembre 2017

Serie D - Finalmente BEA: il derby si tinge di arancio-nero!

ASD TORINO TEEN BASKET - CheTariffa.it BEA CHIERI 68-71 d.t.s.
Parziali: 25-16, 32-30, 48-43, 57-57.

TTB: D'Emanuele, Satta 2, Corrocher 20, Dho 11, Sisti, Cochis 11, Proto 12, Tripoldi, Olivero, Peirani, Ferrero 10, Panato 2. All. Rizzitiello.

CheTariffa.it BEA: Gagliasso 1, Barbero 12, Zanatta, Bono (K) 15, Fuso 17, Diop 7, Merlo, Anselmino, Bianco V., Turetta 4, Segura 10, Gile 5. All. Bronzin, Ass. Allisiardi, Mussio, Acc. Monteleone.

Finalmente! La CheTariffa.it BEA Chieri si prende i primi due punti della stagione e lo fa nel modo più emozionante, all'overtime, contro la capolista ancora imbattuta, in una partita sempre sentita come solo un derby può essere. Tra mille difficoltà i Leopardi hanno sfoderato una prova di forza e unità non indifferente.

BEA inizia con Fuso,Turetta, Segura, Gile e Diop, ma l'inizio è da far paura: TTB fa vedere perchè nessuno ha ancora avuto il suo scalpo, dopo 5' guida 14-2 sospinta dall'asse play-pivot Corrocher-Cochis. Coach Bronzin scuote i suoi con un energico time-out, e da lì inizia la partita dei Leopardi: la CheTariffa.it stringe le maglie in difesa, Barbero entra dalla panca e da energia ai compagni con due rubate a metà campo tramutate in facili appoggi. Pino non cede di un centimetro e risponde colpo su colpo e alla prima sirena è ancora in testa (25-16).
Gli sguardi degli arancioni sono però finalmente quelli giusti. La difesa è la chiave di volta, BEA toglie ogni certezza a TTB che non riesce a giocare la sua pallacanestro, andando a sbattere più volte sul muro dei 24 secondi. Bono e compagni concedono solo 7 punti nel quarto ai padroni di casa, anche se nell'altra metà campo sbagliano qualcosa di troppo non capitalizzando quanto dovrebbero. A metà partita il gap si è comunque ridotto a 2 soli punti (32-30).
Pino esce meglio dalla pausa lunga e riporta le distanze intorno ai 5-7 punti, ma ancora una volta i Leopardi non ci stanno, e dopo qualche attimo di sbandamento riprendono da dove avevano lasciato, rosicchiando punto su punto. Entrambe le squadre giocano a viso aperto, ma il nervosismo la fa da padrone e gli errori sono tanti da ambo le parti. 
La CheTariffa.it aggancia i padroni di casa a due e mezzo dalla fine, i canestri sembrano farsi sempre più piccoli e nessuno sembra voler più segnare. L'ultimo minuto è palpitante: Segura in avvicinamento da il +1 agli ospiti, Dho risponde prontamente con un canestro di pregevole fattura ricacciando indietro i chieresi. Fuso si guadagna due tiri liberi a 20'' dalla fine, ma la mano dell'esterno arancio-nero, fin lì vera e propria spina nel fianco della difesa pinese, trema. Sbaglia il primo e segna il secondo. Coach Rizzitiello chiama time-out per organizzare l'attacco dei suoi, ma gli uomini di coach Bronzin hanno ancora un fallo e lo usano bene. TTB non riesce a costruire nulla di buono e dopo 40' il tabellone segna 57 pari.
Il supplementare è tutto affare dei Leopardi: ancora il millennials Segura fa 4-0 ospite con due rimbalzi offensivi di pura energia. 
Federico Turetta
Proto prova a rispondere con una tripla, ma Barbero replica con la stessa moneta facendo esplodere il pubblico in arancione. Un bel tiro in allontanamento a fil di sirena di Gile da il là all'allungo ospite, ma proprio quando Pino sembra all'angolo reagisce: ancora una volta i chieresi sono poco precisi dalla lunetta (per tre volte di fila uno su due) e Dho e Proto puniscono con due tiri dalla lunga due disattenzioni della difesa ospite arrivando sul -1 con 30'' da giocare. 
Time-out coach Bronzin che disegna un pick and roll tra Fuso e Gile, Turetta è sveglio e sullo scarico attacca il ferro e con un canestro nel traffico da il colpo finale alla gara. C'è ancora il tempo per un tiro disperato dei padroni di casa che però si infrange contro il ferro,  al suono della sirena può finalmente esplodere l'urlo di gioia della CheTariffa.it e del numerso pubblico giunto a Pino per sospingere gli arancioni a questa agognata prima vittoria.

Una vittoria sudata, una vittoria combattuta, ma soprattutto una vittoria da squadra vera, di un gruppo che ha saputo stringersi nel momento più difficile, espugnando un campo ostico e superando una squadra che sarà  sicuramente tra le protagoniste della stagione. Se lo spirito visto venerdì sera nei Leopardi sarà quello fino a fine stagione, ci sarà da divertirsi.

Spiacevole nota a margine l'infortunio del pinese, ma prodotto del settore giovanile BEA, Corrocher, caduto per uno scontro di gioco a terra rimediando una brutta distorsione al ginocchio: in bocca al lupo Gabri!

LEOPARDI, PRIDE!