lunedì 20 novembre 2017

Allievi - Settimana da incubo per i Leopardi

Una settimana impegnativa e con poche soddisfazioni quella dei Leopardi di coach Scartezzini. Due sconfitte, una in casa della capolista Montà ed una con la Globo Grugliasco, avversario più alla portata, portano a tre la serie di referti gialli dopo un inizio promettente.


MONTA' BASKET - ASD BEA CHIERI 88-33
Parziali: 20-2, 57-15, 66-23.

BEA: Nicoletti, Gallo 4, Lingua 2, Brigati 4, Negro 12, Cavaliere 11, Madih, Munafò. All. Scartezzini.

Amedeo Lingua
I Leopardi si presentano a ranghi ridotti al match infrasettimanale sul campo del Montà, capolista ancora imbattuta del girone.
Sin dalle battute iniziali si capisce che i padroni di casa sono troppo superiori sul piano, potendo contare su molti elementi classe 2002, contro i più giovani ragazzi di coach Scartezzini. Il primo quarto si chiude con uno scarto di 18 punti, con un solo canestro mandato a segno dagli ospiti.
Il secondo quarto è più equilibrato, ma è solo un fuoco di paglia: le rotazioni limitate impediscono ai ragazzi di coach di giocare ad alti ritmi, mentre gli avversari continuano a spingere il piede sull'acelleratore. Alla fine il divario sarà di 55 punti.
Seppur senza storia la partita è stata un buon allenamento e và comunque riconosciuto ai ragazzi di aver onorato la gara per tutti e quattro i tempi mettendo in campo tutte le energie a loro disposizione.
Sabato l'incontro casalingo contro il Globo Grugliasco, partita che sembrerebbe più alla portata dei Leopardi


ASD BEA CHIERI - GLOBO GRUGLIASCO 37 - 62
Parziali: 6-23; 21-30; 23-46.

BEA: Brigati 6, Lingua 7, Gottardi, Madih, Munafò 6, Gallo 4, Negro 2, Nicoletti 2, Perrotta 2, Pio, Germanetto 8. All. Scartezzini.

Gabriele Germanetto
Dopo la pesante sconfitta di Montà, fallisce l'occasione del riscatto per gli Allievi. I padroni di casa si impadroniscono della gara fin da un primo quarto da incubo per gli arancioni, che fa già presagire quale sarà l'esito della gara.
I Leopardi, al contrario delle aspettative, entrano in campo privi della giusta intensità e concentrazione e permettono agli avversari di segnare canestri a ripetizione, sbagliando anche le conclusioni più semplici nell'altra metà campo.
Nel secondo periodo c'è qualche segnale di ripresa, sembra, però, più per un calo degli avversari piuttosto che per veri e propri meriti: il resto della sfida conferma questa sensazione, con BEA che non entra mai veramente in partita e sembra in balia degli avversari.
Dopo una brutta prestazione come questa non ci sono molte scuse da trovare: l'unico modo per uscirne è tornare in palestra e lavorare sodo per cercare di mettere fine alla serie di 3 sconfitte consecutive evitabili.
Si torna in campo già domenica prossima, quando i Leopardi ospiteranno il Torino Teen Basket.

LEOPARDI, PRIDE!