domenica 14 maggio 2017

Under 18 Elite - BEA riprende con una vittoria all'ultimo secondo

ASD GINNASTICA TORINO - ASD BEA CHIERI 84-87
Parziali: 19-21, 44-38, 60-57, 78-78

GINNASTICA: Bidone 7, Pricop 25, Deluise 11, Gavagnin, Quaglia 10, Pasquero 10, Venturini 9, Abrate 12, Vlaseniuc, Raverta, Mione, Vaudano. All. Monterisi D. Vice Nosenzo I.

CHIERI: Nicolosi, Zanatta 10, Ferrera 2, Bianco 7, Segura Acosta 24, Panero, Stiffi 13, Castagna, Piacentini 2, Maistrello 3, Simon Laurentin 16, Berruto 10. All. Felletti S.

Lary Simon
TORINO: Dopo oltre un mese dall’ultimo match, riprende il cammino dei Leopardi di coach Felletti alla ricerca di un posto d’onore per poter accedere alla fase finale della coppa Elite. Dodici squadre in tre gironi da quattro si battono in partite secche per aggiudicarsi 4 posti totali. Nella giostra rientrano anche alcune squadre provenienti dal campionato Eccellenza che non hanno vinto il precedente girone di appartenenza per poter accedere alle finali del titolo Elite.
E in questo primo incontro della terza fase i Leopardi incontrano proprio una di queste squadre, la Ginnastica Torino dell'ex Donato Monterisi, in un match sicuramente molto stimolante per i Leopardi.
Gli ospiti partono molto concentrati, facendo subito capire che non intendono recitare un ruolo da comparsa. Poco oltre la metà della prima frazione raggiungono sul 12-20 quello che sarà il loro massimo vantaggio. I Torinesi però si dimostrano squadra abituata a partite di questa intensità e a cavallo tra primo e secondo periodo piazzano un parziale di 27-9, portandosi sul 39-29. 
In altri momenti della stagione questo avrebbe minato non poco la fiducia ed il morale dei giovani chieresi, ma questo non è uno di quei momenti! I Leopardi infatti fanno quadrato e con disciplina e applicazione riescono sempre a contenere lo svantaggio sotto la doppia cifra, andando all'intervallo sul 44-38.
La terza frazione segue lo stesso copione, con gli arancioni che non cedono un centimetro. Al 30' il vantaggio dei torinesi e solo più di 3 lunghezze. 
Il quarto periodo è molto equilibrato e vede le due squadre quasi sempre ad un possesso di differenza. Il metro arbitrale non concede nulla ed entrambe le compagini faticano un po’ ad adeguarsi. Gli ospiti sembrano adeguarsi meglio e, sul punteggio di 78 pari, a 1 sec. dalla fine vedono la palla della vittoria venir “sputata” fuori dal cerchio con una beffarda rotazione che rimanda l’esito finale all’overtime.
Nei 5 minuti aggiuntivi parte meglio la Ginnastica che si porta sul +4. Gli ospiti ancora una volta tengono botta e pareggiano il conto prima a quota 82 e poi a 84. 
Il capolavoro BEA arriva ad una manciata di secondi dalla fine, quando Simon con una tripla da oltre 8 metri alla scadenza dei 24 secondi segna il +3 ospite. Ancora il tempo di un’azione vanificata da un’infrazione e i Leopardi possono festeggiare una meritata vittoria, frutto di sacrificio e spirito di squadra in cui tutti i ragazzi possono riconoscersi.
Prossimo impegno per gli arancioni contro un’altra formazione torinese: quel Tam Tam già affrontato due volte nel girone precedente con esiti alterni. Servirà un’altra prestazione di altissimo livello per ottenere un altro referto rosa.