domenica 23 aprile 2017

Under 14 Elite - BEA regge per tre quarti, PMS allunga alla fine

ASD BEA CHIERI - PALL. MONCALIERI SAN MAURO 69-87
Parziali: 14-19, 43-43, 58-62.
Fabio Fogliato

BEA: Cardarelli (K), Sirbu 13, Di Salvo, Fabiano 1, Brusasco 2, Roca, Ferrone 22, Turinetti, Tagliano 2, Perillo 14, Fogliato 15. All. Morena, Ass. Allisiardi.

PMS: Faccio 4, Basile 2, Vignoli 27, Bosco 16, Bruglitta, Girardo 2, Asvisio, Fornaris 1, De Angelis 10, Lamberti 11, Trovato 12, Ramello 2. All. Lilli, Ass. Squarcina.

BEA, pur tra mille difficoltà, se la gioca ad armi pari per tre quarti con la capolista PMS che però sfrutta la maggior freschezza fisica nel finale e allunga solo negli ultimi minuti.
Le premesse per i nero-arancio non sono le migliori: si arriva alla partita da una settimana dove ci si è allenato molto poco tra impegni personali, scolastici, malanni e infortuni vari, con qualche assenza di peso e con quattro 2004 a referto.
Nonostante ciò i Leopardi iniziano con un 6-0 di pregevole fattura, che costringe subito i moncalieresi al time-out. Al ritorno in campo BEA però concede troppo a rimbalzo offensivo agli ospiti che ne approfittano e chiudono il quarto sul +5.
La partita è piacevole, con gli attacchi che prevalgono sulle difese e le due squadre che si rispondono colpo su colpo tra parziali e controparziali. All'intervallo il punteggio è sul 43 pari.
Negli spogliatoi coach Morena redarguisce i suoi sull'energia che i pmssini metteranno in campo nella ripresa per aggiudicarsi la posta in palio, ma nonostante ciò i Leopardi si fanno inizialmente sorprendere. Gli ospiti infatti alzano ancora di più il volume dell'aggressività in difesa e tentano l'allungo. Gli arancioni non ci stanno e rimangono in gara guidati della verve di Ferrone e Fogliato e all'ultimo minibreak inseguono di 4 lunghezze.
Nell'ultima decina però gli arancioni non riescono più a mettere in campo l'intensità per reggere l'urto con il ritmo dei giallo-blu che non si fanno pregare e tengono il piede sull'acceleratore fino al 40'. 
Alla fine il tabellone recita un impietoso -18 per i Leopardi, ingiusto per quello visto sul rettangolo di gioco ma specchio del lavoro settimanale: senza allenarsi non si può sicuramente pensare di giocare alla pari per 40' con squadre di questo livello.
Con la speranza che i giovani Leopardi assodino questo concetto, appuntamento a sabato 29/04 quando capitan Cardarelli e compagni chiuderanno la seconda fase sul difficile parquet di Novara.

LEOPARDI, PRIDE!