venerdì 31 marzo 2017

Under 18 Elite - Partita equilibrata per 30', poi BEA finisce la benzina e San Mauro ne approfitta

ASD BEA CHIERI - ADLA S. MAURO BK 67-82
Parziali: 13-17, 30-37, 49-52

BEA: Nicolosi, Zanatta 12, Ferrera 5, Bianco 6, Segura Acosta 14, Panero 4, Longhin, Stiffi 16, Piacentini 5, Maistrello 5, Bertone, Simon. All. Felletti S. Ass: Scartezzini V.

SAN MAURO: Fassio, De Bonis 3, Pasotti 14, Ciammariconi 15, Bregolin 14, Ventricelli 5, Maione 8, Scognamiglio 5, Cofano, Tapra 18, Mirimin. All. L. Sacco.

Marco Stiffi
CHIERI – L'under 18 èlite di coach Felletti ospita la coriacea formazione di San Mauro in un incontro che può già fornire indicazioni importanti su quale potrebbe essere la principale antagonista alla favorita Alba per la corsa al primo posto nel girone F. Per BEA continua l’emergenza non essendo ancora pronti al rientro i due infortunati Berruto e Castagna.
Il gioco fatica a decollare a causa anche di uno stillicidio di falli da ambo le parti: il punteggio rimane abbastanza equilibrato con una leggera prevalenza degli ospiti.
A 20 secondi dall’intervallo lungo i Leopardi hanno la possibilità di portarsi a uno o due punti dagli avversari, ma la palla persa convertita in tripla da San Mauro mette sette punti di distanza tra le due squadre: 30 a 37 al ventesimo.
Anche nel secondo tempo il gioco continua a subire interruzioni per falli, oltre ad una sospensione prolungata per consentire l’intervento dei sanitari in soccorso di un sostenitore ospite vittima di un malore a cui vanno i più sentiti auguri per una pronta guarigione. Alla ripresa del confronto i locali producono il massimo sforzo e si portano avanti di un punto sul 48 a 47. La reazione dei Sanmauresi non si fa attendere, e fa sì che chiudano in vantaggio anche il terzo quarto sul 49 – 52.
Nell’ultima frazione i Leopardi reggono ancora per qualche minuto ma la stanchezza comincia a farla da padrona. I giocatori cardine dell’attacco locale, che vista la generale emergenza in casa BEA sono costretti in questo periodo a disputare due o anche tre partite settimanali, finiscono le riserve di ossigeno e, spendendosi oltremodo a trovare la via del canestro, fanno molta fatica a chiudere i varchi e a portare gli aiuti in difesa. San Mauro è brava e lucida ad approfittarne mettendo a segno ben 30 punti nel solo quarto finale, vincendo la gara con un perentorio 67 a 82 che chi non ha assistito alla gara potrebbe mal interpretare come quasi a senso unico.
Purtroppo per BEA non ci sarà molto tempo per rifiatare: si ritorna in campo già tra 3 giorni contro la favorita Alba. Urge voltare subito pagina e prepararsi più che mai a fare squadra compatti!

LEOPARDI, PRIDE!