martedì 28 marzo 2017

Under 15 Eccellenza - BEA non esce dal tunnel, Biella pareggia i conti

PALL. BIELLA - ASD BEA CHIERI 63 - 47
Parziali: 18-14, 31-23, 44-37.

BIELLA: Brandolese 2, Carioti 4, Raise 16, Biancato 2, Cena 8, Cerbara 1, Frison 2, Storelli 2, Ghirardotti 2, Poli 5, Valz Cominet 8, Franco 11. All. Danna N.

BEA: Chiara 7, Perenno, Lavatelli, Manassi, Carena, Calleri 2, Tagliano 21, Zanatta 2, Moretti 4, Ghigo 2, Scalenghe 9. All. Morena S., Vice Felletti S..

BIELLA: Bea torna dalla trasferta nel Biellese con il referto giallo. Fin dai primi minuti si intuisce che regnerà l'equilibrio fra le due squadre. Biella mette in campo la gran voglia di ribaltare la sconfitta maturata all'andata e Chieri la voglia di uscire dal tunnel delle ultime brutte prestazioni. Biella si aggiudica il primo quarto con un parziale di 18-14. 
Nel secondo periodo i Leopardi alzano l'intensità limitando i biellesi che, nonostante la difesa avversaria, rimangono ben organizzati in campo riuscendo a segnare tredici punti. Gli ospiti, seppur bravi in fase difensiva, appaiono inconcludenti in attacco non capitalizzando le palle recuperate e segnando solo nove punti. All'intervallo il divario tra le due formazioni è di otto punti.
I Leopardi ci credono e mettono in difficoltà i Biellesi ma purtroppo per BEA, la poca precisione sotto canestro vanifica il duro lavoro e il gap da recuperare a inizio quarto periodo è di sette lunghezze. 
Partono gli ultimi dieci minuti e BEA ritrova i fantasmi delle ultime partite: in attacco la squadra sembra imbambolata e gli occhi puntano sempre più in basso. Biella approfitta del momento no dei Leopardi incrementando di altri nove punti il divario e festeggiando la vittoria.

A fine match le parole dello staff sono di incoraggiamento: "Stiamo disputando il girone TOP del campionato Eccellenza, sappiamo che affrontiamo squadre molto attrezzate e abituate a questi confronti. Per BEA Chieri, e per tutto il movimento chierese, è un risultato storico solo la presenza in questa categoria. Abbiamo conquistato il massimo ottenibile fino ad adesso. 
Purtroppo in questo momento siamo in un tunnel: le cose che abbiamo fatto fino a ieri non ci riescono e le cose che ci farebbero crescere sembrano troppo difficili nonostante il grande impegno dei ragazzi. Nella nostra carriera abbiamo attraversato altri momenti come questo e l'unica cosa da fare è chinare la testa e lavorare in settimana. Siamo più che sicuri che la squadra riuscirà a passare questo momento ma c'è bisogno di stringere i denti e non darsi per vinti."

LEOPARDI, PRIDE!