lunedì 20 febbraio 2017

Under 18 elite - Vittoria in controllo per i Leopardi

ASD C. PINEROLO - ASD BEA CHIERI  49 - 56
Valentin Bianco
Parziali: 11-14, 24-29, 40-46.

PINEROLO: Navone 12, Brun 2, Modarelli 2, Pradella 2, Casazza, Bianciotto 6, Borda Bossana 14, Tavarez Cabral, Gandolfo 8, Baridon, Saretto 3. All Costa A. Vice Ancona A.
BEA: Nicolosi 2, Zanatta 13, Ferrera 3, Bianco 9, Longhin, Stiffi 12, Castagna 4, Piacentini 3, Negro, Maistrello 6, Lanfranco 2, Simon 2. All. Felletti S. Vice Scartezzini V.

Giunti alla penultima giornata della fase di qualificazione il BEA fa visita  infrasettimanale alla formazione del Pinerolo.
I nero arancio si presentano con un paio di importanti assenze causa infortuni  e coach Felletti è costretto a ridisegnare il quintetto iniziale.
I ragazzi rispondono con impegno e, pur mancando un po’ in lucidità nelle  conclusioni, non si fanno mai intimorire dagli avversari mantenendo buona l’ attenzione difensiva.
Il punteggio è basso e la gran parte del match è all’insegna dell’equilibrio  con una leggera prevalenza dei Leopardi che tuttavia non riescono mai a  sferrare l’allungo definitivo.
Si decide tutto nell’ultimo quarto quando il BEA arriva fin sul + 12 con pochi  minuti da giocare. I Pinerolesi provano a rientrare ma gli ospiti tengono botta  e portano a casa i due punti aggiudicandosi l’incontro per 49 a 56.
Da segnalare, per la stranezza, il fatto che il BEA, pur con uno scarto finale  così ridotto, ha vinto ognuna delle 4 frazioni di gioco.
In particolare evidenza le prove personali di Stiffi, Zanatta e Bianco che  hanno garantito riferimenti e sostanza per l’intera durata del match.
Servirà però l’ultima giornata per delineare in maniera definitiva il  piazzamento dei Leopardi, al momento secondi a pari merito con Cuneo ma terzi  in virtù della differenza punti negativa negli scontri diretti con i ragazzi  della Granda.  In ogni caso ognuno dei due piazzamenti è già comunque garanzia  di partecipazione alla fase finale che avrà inizio nel mese di marzo, con la speranza di riuscire a recuperare gli infortunati di fine stagione.

LEOPARDI, PRIDE !