venerdì 24 febbraio 2017

Under 18 elite - Un BEA in emergenza batte anche Saluzzo

ASD BEA CHIERI - ADP ABA SALUZZO 56 - 49 
Parziali: 10-9, 29-22, 43-34.

BEA: Nicolosi, Zanatta 15, Bianco 11, Stiffi 8, Piacentini 3, Negro, Maistrello 6, Pirocca, Bertone 5, Nocilla 5, Simon 2, Scaturro 1. All. Felletti S. Vice Scartezzini V.
SALUZZO: Frua 17, Grosso 6, Molinengo 6, Grosso 7, Bacchiorini 2, Arnaudo 3, Forgia, Xhakupi 2, Kacemba Mossadico 6. All. Perlo S.

La giornata finale della fase di qualificazione vede un BEA sempre più in emergenza in casa contro Saluzzo, non potendo disporre di ben 4 elementi vittime di infortuni o malanni di stagione.
Coach Felletti fa i salti mortali con le rotazioni per cercare di garantirsi la formazione migliore nel finale di gara e i ragazzi rispondono secondo le aspettative.
Il punteggio è basso, complice anche un metro arbitrale che, seppure in maniera equa, concede un po' troppe libertà alle difese. I Leopardi però non perdono mai il controllo della gara, grazie anche ad una ritrovata vena al tiro, e in un paio di occasioni il vantaggio dei locali supera anche la doppia cifra.
L'ultima frazione si apre con i nero-arancio avanti di 9 lunghezze. È proprio in questa fase che i Saluzzesi producono il massimo sforzo e nel giro di 5 minuti riescono ad impattare sul 45 pari avendo anche a disposizione i liberi del sorpasso non concretizzati.
Il finale però sorride al BEA che può contare sulla maggior freschezza del suo quintetto in grado di scrollarsi di dosso gli ospiti con buone giocate da tre punti sia in penetrazione che al tiro, concedendo pochissimo spazio all'attacco avversario.
Il match si chiude sul 56 a 49 che curiosamente è lo stesso punteggio della precedente vittoria in trasferta del BEA a Pinerolo.
Ecco il bilancio di coach Felletti dopo questa prima fase di qualificazione:
"Con questa partita abbiamo chiuso la prima fase di quest'anno. Devo dire che sono molto soddisfatto dei ragazzi. Grazie al gran lavoro in settimana sono riusciti ad amalgamarsi al meglio e ad acquisire un'identità di squadra. Adesso ci troveremo ad affrontare realtà molto toste e pronte, dovremo compattarci ancor di più per reggere il confronto."

Ora la pausa in attesa che vengano delineate le posizioni definitive per la formazione dei gironi della fase finale in cui il BEA si potrà confrontare con le altre migliori formazioni della categoria Elite, oltre che con squadre provenienti dai gironi di Eccellenza.

LEOPARDI, PRIDE !