lunedì 6 febbraio 2017

Under 14 elite - BEA sconfitta di un punto, finale dubbio e con qualche polemica

ASD BEA CHIERI - ASD PALLACANESTRO CIRIE' 45-46 
Francesco Turinetti
Parziali: 11-6, 18-24, 37-36

BEA: Sirbu 3, Cardarelli (K) 1, Amitrano 4, Lingua, Brusasco, Ferrone 14, Turinetti, Outalat, Triggiani 1, Perillo 14, Fogliato 8. All. Morena, Ass, Allisiardi.

Sconfitta indolore per BEA nell'ultimo incontro della prima fase del campionato under 14 élite contro un'ostica Ciriè.
Ad un primo quarto dove i Leopardi iniziano bene con un parziale di 10-2, gli ospiti rispondo con un secondo quarto in cui grazie ad un'aggressiva difesa con raddoppi a tutto campo riescono prima a recuperare e poi a portarsi sul +6 all'intervallo.
BEA usa la pausa per riordinare le idee: l'attacco alla press funziona meglio, si fa girare il pallone in attacco e la difesa regge la maggior fisicità degli ospiti. La partita segue i binari dell'equilibrio, con tanti errori ma tanta intensità da ambo le parti. 
A 1' dalla fine i chieresi agguantano il pareggio sul 45 pari e con una buona difesa conquistano la palla per la vittoria. Un fallo in attacco piuttosto dubbio fischiato a Fogliato riconsegna il possesso agli ospiti, che però grazie ad un'altra bella difesa degli arancioni non riescono a concretizzare. In uscita dal time-out, con 15'' da giocare, i Leopardi sono bravi a costruirsi il tiro per la vittoria, ma la tripla di Ferrone viene sputata dal ferro. Ciriè recupera il rimbalzo e a 1'' dalla sirena finale la coppia arbitrale fischia fallo a Sirbu tra le proteste dei padroni di casa. Desantis si presenta in lunetta, sbaglia il primo ma con l'aiuto del ferro segna il secondo. Secondo gli arbitri non c'è più tempo per giocare, e la partita si conclude quindi sul 45-46 in favore degli ospiti.
Potremmo riassumere in questa partita tutta la prima fase della stagione dei chieresi: si dimostra di potersela giocare a viso aperto con tutti, forse di essere anche superiori sul piano tecnico, ma alla fine vince la squadra che mette in campo più voglia e grintà.
Sarà importante migliorare soprattutto in questo in vista di una seconda fase che mette in palio la Coppa Piemonte, in cui i Leopardi possono senza alcun dubbio far bene e dimostrare a tutti ciò di cui possono essere capaci, ma che hanno fatto vedere solo a tratti.


LEOPARDI, PRIDE!