domenica 2 novembre 2014

U17 Primo stop per BEA che esce a testa alta da Casale

Junior Casale - BEA Arcobaleno Chieri 75-67 (17-20, 34-29, 59-41)

BEA: Panero, Cucco 4, Bonifacio 9, Panato 9, Sibona 2, Bianco 24, Bori, Lanfranco, Panza 2, Cavanè 17. All. La Forgia, Ass. Monteleone.
Junior: Nicora, Kamar 2, Nagari 2, Salvaneschi 5, Caprioglio 2, Renna, Calvo M.12, Giromini 15, Poletti M. 23, Poletti G. 3, Castano 4, Calvo S.3. All. Poletti, Ass. Secreto.

Primo stop per l'under 17 BEA in quel di Casale contro la Junior, in una partita che lascia rammarico, ma anche molti spunti positivi. La partita inizia nel segno di Bonifacio e Bianco, che bucano ripetutamente difesa e retina avversaria: dopo 5' minuti si è sul 15-7 BEA. Casale non si lascia sorprendere e risponde prontamente con un contro parziale di 8-3 che riporta il match sui binari dell'equilibrio, fino al 20-17 chierese di fine 1° quarto. Si rientra in campo ed i Leopardi sembrano smarrire la propria coesione, specialmente in attacco; Casale di contro aumenta i giri del motore e trova le energie per sorpassare gli ospiti, che rimangono in scia sul 34-29 grazie ai 3 punti di Cavanè. Da segnalare l'uscita dal campo anzitempo per infortunio di Bonifacio, che non rientrerà più, dopo un brutto contatto causato da un avversario. Dopo la pausa lunga, BEA scende in campo carica e nei primi 2' quasi ricuce il gap, portandosi sul -1. Da qui la luce si spegne: nel giro di 45" vengono fischiati rispettivamente 3° e 4°(molto discutibile) fallo a Bianco, che si vede costretto a sedersi in panchina; Chieri litiga col ferro e Casale ne approfitta come meglio non potrebbe, sfruttando il pressing tuttocampo e firmando un 3° quarto da 25 punti complessivi, scavando il solco fino al 59-41. Ma ecco gli spunti positivi: contro una situazione tutt'altro che semplice, specialmente a livello di rotazioni, BEA riemerge con carattere a suon di contropiedi e canestri pesanti in un quarto letteralmente dominato dal punto fisico e tattico. Ad 1' minuto dalla fine si arriva sul -6, con Panato, Cucco e Cavanè che infiammano pubblico e panchina; il cronometro ci è però nemico e lo score si ferma sul punteggio finale di 67-75. Il rammarico sta nel non aver affrontato al meglio tutto il match, condizionati dall'assenza di Perna, dal grave infortunio di Bonifacio e da una situazione falli che risulta incidere sul punteggio finale (31-15 il computo dei tiri liberi a favore di Casale). Gli spunti positivi sono gli sguardi dei giocatori a fine partita, consci di aver comunque disputato un' ottima gara, e la possibilità di avere il tempo di poter lavorare sodo in palestra da qui in poi, consapevoli di quanto ancora si possa migliorare. Bravi ragazzi!

LEOPARDI, PRIDE!