domenica 16 novembre 2014

U17 - Leopardi corsari ad Alessandria, vittoria ampia e di debutti

A.S.DIL: Il Canestro - BEA Arcobaleno Chieri 49-69
(8-22, 23-26, 36-58)
BEA: Panero 1, Panato 10, Binello, Bergadano, Perna 9, Negro, Bianco 31, Panza 4, Sibona, Cavanè 14, Berruto. All. La Forgia, Ass. Monteleone
IL CANESTRO: Scrivanti 2, Melato 14, Bianchi 4, Barberi 1, Fazio, Faravelli 4, Grattarola 14, Bellotti 4, Pozzi 2, Campini 4. All. Marafante.

Altra vittoria per la squadra under 17, che conferma il momento di crescita vincendo ad Alessandria su un campo tutt'altro che semplice. BEA si presenta con le assenze di Bonifacio, Bori e Cucco, rimpiazzati dagli esordienti Bergadano, Berruto, Binello e Negro, tutti alla prima partita in U17. Inizio lampo per i leopardi: in 4' il tabellone recita 6-14, propiziato da un Bianco da 14 punti nel 1° quarto. Il Canestro risponde con la carta della zona 2-3, ma gli ospiti son bravi ad attaccarla con efficacia chiudendo la frazione sull' 8-22. Come spesso capita, la concentrazione cala e i locali non demordono, facendo una grande partita dal punto di vista tattico, alternando la già citata 2-3, alla press tutto campo, fino alla box&one, su Bianco prima e su Panato poi, riuscendo a rosicchiare qualche punto nel 2° quarto, chiuso sul 23-36. Va segnalato il buono ma brevissimo esordio di Berruto, fermato da una scavigliata di quelle più classiche, ennesimo infortunio che va ad aggiungersi alla serie interminabile di sfortune occorse in questo inizio di stagione. La terza frazione è lo spartiacque del match: Alessandria parte fortissimo e, complici le dormite chieresi, rientra fino al -9; time-out chiesto da coach La Forgia e conseguente controparziale ospite, che, di fatto, chiude la gara sul 36-58. Da citare la partita "di sacrificio" di Cavanè, che svolge un grandissimo lavoro difensivo in favore di tutta la squadra. In generale buona la prestazione, specialmente considerando che per ben 4 giocatori si è trattato della prima gara ufficiale.

LEOPARDI, PRIDE!