lunedì 13 agosto 2018

Colpo BEA: ecco Nicolò Caratozzolo!

Un'altro rinforzo di lusso per la Prima Squadra Arancione: con estremo piacere BEA dà il benvenuto a Nicolò Caratozzolo!
Guardia dai grandi istinti offensivi, classe '95, arriva a Chieri dopo una carriera già importante nonostante la giovane età. Cresciuto cestisticamente nel vivaio del CUS Torino, dove svolge tutta la trafila delle giovanili, Nicolò arriva ed esordire nella prima squadra Cussina in Serie B, collezionando giovanissimo delle presenze nel terzo campionato nazionale. Dal 2012 al 2016 le prime esperienze da senior "vero" in C Silver al Kolbe Torino, per poi sposarsi nelle ultime due stagioni sempre nella stessa categoria nelle fila del SEA Settimo. Ora la scelta di scendere di categoria per sposare il Progetto dei Leopardi, convinto dalla bontà del lavoro di coach Bronzin e del suo staff e dalla serietà dei piani della società Arancio-Nera.

Queste le parole del DS Piccionne: "Con la partenza di Fuso abbiamo cercato un esterno che avesse punti nelle mani, e Nicolò è uno dei primi nomi che abbiamo fatto. Con lui abbiamo aggiunto un giocatore di categoria superiore, che oltre ad avere talento offensivo ha delle ottime capacità difensive, che completano un reparto esterni che si preannuncia davvero importante su entrambe le metà campo e che sono sicuro saprà far divertire non poco il nostro pubblico."

"Sono molto contento di entrare a far parte di questo gruppo - commenta la neo-guardia Arancione - ho sentito solo belle parole nei confronti di società e ambiente e ci sono tutti i migliori presupposti per fare una bella stagione. Sono carico e voglioso di iniziare: Forza Leopardi!"

Benvenuto nella Famiglia dei Leopardi Nicolò!

LEOPARDI, PRIDE!

venerdì 10 agosto 2018

I Leopardi si rinforzano con Gian Luca Poggio!

Altro nuovo arrivo alla corte di coach Bronzin per la stagione 2018/19: Gian Luca Poggio sarà un giocatore dei Leopardi.
Esterno ventiseienne dalla grande solidità, è nonostante la giovane età un veterano della categoria. Dopo il settore giovanile al CUS Torino tanta esperienza in Serie D, dove è sempre riuscito a recitare un ruolo da protagonista con le maglie nell'ordine di Tam Tam Torino, Giaveno, Conte Verde e Barracuda, dove nell'ultima stagione è stato proprio avversario dei Leopardi. Leopardi che da questa stagione avranno a disposizione un giocatore capace di essere incisivo su entrambe le metà campo, sempre in doppia cifra nelle passate stagioni dove si è fatto apprezzare come un giocatore di qualità e quantità importante per la Serie D.

"Gian Luca è un giocatore che ci ha fatto una grande impressione quando lo abbiamo incontrato in stagione - commenta il DS Piccionne - il suo modo di giocare sempre con intensità e tenacia, la sua capacità di abbinare una difesa forte ad un'importante presenza offensiva ha fatto si che lo cercassimo fin da subito nella composizione del roster per la prossima stagione. Sarà un'addizione importante per noi."

Queste le prime parole di Gian Luca in Arancione: "Quando a fine stagione ho appreso che il Barracuda non si sarebbe iscritto in Serie D, ho aspettato la chiamata di qualche squadra con ambizioni importanti. Quando prima coach Bronzin e poi il DS Piccionne mi hanno cercato, ho subito accettato con entusiasmo la possibilità di far parte del Progetto BEA, vista la serietà della società e il bel percorso intrapreso la scorsa stagione. Ora non vedo l'ora di iniziare e far divertire i tanti ragazzi che ho visto che nella scorsa stagione riempivano il palazzetto: mi auguro sia una stagione divertente e pieni di soddisfazioni, sia personali che soprattutto di squadra!"

Benvenuto nella Famiglia dei Leopardi Gian Luca!

LEOPARDI, PRIDE!

martedì 7 agosto 2018

Carlo Navone è il nuovo playmaker dei Leopardi!

Dopo le conferme, è tempo di facce nuove. Siamo felici di annunciare che il primo nuovo tassello per la squadra che andrà ad affrontare il prossimo campionato di Serie D è Carlo Navone!

Playmaker puro classe '96, ottimo difensore e bravissimo a dettare i ritmi della gara, Carlo arriva da due anni in Serie D a Cherasco, dove nell'ultimo, chiuso a 10.1 punti di media, negli scontri diretti con BEA ha creato più di qualche grattacapo alla difesa chierese, dimostrando nonostante la giovane età di essere uno dei playmaker più solidi e capaci della categoria. Prima il settore giovanile con la maglia giallo-blu di San Mauro (allenato tra gli altri da Coach Felletti ndr), quindi K2 Torino con la vittoria del Titolo Under 19 Regionale sotto la guida di un altro volto noto dalle parti del PalaCascinaCapello come coach Donato Monterisi. Gli ultimi anni del settore giovanile li trascorre a  Pino Torinese, dove riesce a recitare fin da subito un ruolo importante in C Silver prima di spostarsi poi in D a Cherasco. 
Per Carlo ora si apre il capitolo BEA, dove sarà chiamato fin da subito a confrontarsi con una squadra con ambizioni importanti che in lui avrà uno dei suoi elementi chiave.

"Prima del giocatore abbiamo scelto la persona - commenta il DS Piccionne - Sono sicuro che Carlo si andrà ad inserire alla perfezione nel gruppo conoscendone i grandi valori, oltre che darci una grande mano in campo. Abbiamo ammirato a nostre spese il valore di Carlo, e sono sicuro che per noi sarà un'addizione importante".

Queste le prime parole di Carlo con la maglia dei Leopardi: “Sono contento di essere qui! La stima mostratami da coach e dirigenza unita all’ambizione della società mi hanno convinto praticamente subito ad accettare la proposta di fare parte di questa squadra, e spero di riuscire a ripagare sul campo la fiducia datami. Torno nel chierese dopo 2 anni in cui ho vissuto ad Alba per motivi di studio e sono felice di rivedere molte facce note e amiche. Ci tengo a ringraziare Cherasco, squadra per cui ho giocato in questi 2 anni da “fuori sede” che mi ha accolto facendomi sentire in famiglia e che ricorderò sempre con affetto.
Tornando alla prossima stagione, l’obiettivo è sicuramente migliorare quanto di buono fatto lo scorso anno, cosa assolutamente stimolante. So che dovrò lavorare sodo per ritagliarmi il mio spazio, ma sono molto carico per la prossima stagione e pronto a mettermi a disposizione della squadra per fare bene!”

Benvenuto a BEA Carlo!

LEOPARDI, PRIDE!

giovedì 2 agosto 2018

Una grande addizione per il minibasket dei Leopardi: benvenuto Vittorio Rotolo!

Con estremo piacere diamo il nostro benvenuto a Vittorio Rotolo nello staff dei Leopardi!
Istruttore tanto esperto quanto capace, Istruttore Nazionale dal 1986 con in seguito vari master e corsi di aggiornamento, sposa il Progetto BEA  dopo una carriera che lo ha visto fare nascere e crescere l'amore per il gioco ovunque sia passato. 
Dopo gli inizi negli anni '80 in Calabria, con l'onore della guida della Selezione Minibasket della Provincia di Cosenza, Vittorio si sposta a Torino dove collabora per parecchi anni con il CUS Torino e la Pallacanestro Mirafiori Torino, facendo sbocciare sotto la sua guida un gran numero di talenti sia nel maschile che nel femminile. In seguito dal 2005 nell'ordine Grugliasco, Orbassano e TTB Pino sono le tappe del percorso di Vittorio, che ora arriva a BEA dove sarà il Capo Istruttore per gli Esordienti e gli Aquilotti 2008 di Chieri nonché l'Istruttore Capo per i corsi di Santena.

Questo il commento del GM Salvatore Morena: "Il rapporto personale con Vittorio è datato. Il suo curriculum e il suo entusiasmo parlano soli, si tratta di una addizione di grande qualità sia tecnica sia umana per il minibasket dei Leopardi, sono certo che ci aspetta l'ennesima stagione da record!"

Queste le prime parole in Arancione di Vittorio: "Sono molto contento di essere approdato nell'universo BEA, di cui conosco da tempo e stimo molto il DS Stefano Piccionne,  nonché ho avuto modo di apprezzare le doti organizzative e la serietà professionale del General Manager Salvatore Morena. Il nostro incontro mi ha ulteriormente convinto della bontà e serietà dei Programmi e della struttura organizzativa della Società, che approvo in pieno e in cui spero di dare il mio contributo sia a livello sportivo che a livello educatico. Spero vivamente, inoltre, che la nostra possa essere una proficua collaborazione a livello umano e a livello professionale. Non nascondo infine di essere contento di ritrovare il mio vecchio amico Stefano (Piccionne ndr), compagno di tanti incontri e "di squadra" nella nostra comune esperienza alla Pall. Torino"

Benvenuto e buon lavoro Vittorio!

LEOPARDI, PRIDE!

Una conferma importante: Andrea Barbero rimane a "casa"!

Andrea Barbero rimane a casa! Chierese nato e cresciuto nel vivaio BEA con il quale è stato protagonista della vittoria del Titolo Regionale Under 17 2012-13, due stagioni nella Prima Squadra della sua città intervallate da un paio di esperienze in categorie superiori e, anche nella prossima stagione, giocatore dei Leopardi.
Guardia classe '96 dalle spiccate doti atletiche e dal grande fiuto del canestro, Andrea viene da una stagione chiusa a quasi 8 punti di media, dove è riuscito a ritagliarsi via via un ruolo sempre più importante nelle rotazioni di coach Bronzin, che di concerto con la società ha scelto di confermare anche per l'anno prossimo un esterno capace di portare tutta la sua energia in campo e che in più occasioni è stato capace di dare un'importante contributo alla causa arancione.

"Tra i giovani, ormai cresciuti, di scuola BEA, Andrea è una pedina importante per la nostra Prima Squadra. - commenta il DS Piccionne - Il suo essere sempre pronto e combattivo, la sua energia e la sua personalità lo hanno reso uno dei migliori "sesto uomo" del campionato. Andrea ha anche sul pubblico un appeal unico, le sue giocate hanno fatto esplodere il PalaCascinaCapello in più di una partita: sono sicuro sarà sicuramente protagonista anche in questa stagione."

Queste le parole della guardia Arancio-Nera: "Non potrei essere più felice di restare e giocare per la squadra della mia città, con i colori che ho indossato fin da piccolo. La scorsa è stata una stagione di assestamento, in cui ci siamo dovuti conoscere, e dall'inizio alla fine è stato un continuo crescendo. Quest'anno siamo, io in primis, carichi "a molla" per fare sempre meglio, consci del fatto che secondo me abbiamo tutte le carte in regola per arrivare fino in fondo!"

Fin dalla sua nascita la mission del progetto BEA Leopardi è stata quella di preparare i propri giovani al massimo livello possibile, e vedere un ragazzo cresciuto nel Settore Giovanile Arancio-Nero in Prima Squadra, non può che riempirci di orgoglio. Buona stagione "Barbe"!

LEOPARDI, PRIDE!

mercoledì 1 agosto 2018

Energia e sostanza: Modou Diop ancora in Arancione!

Un giocatore incredibile, senza ombra di dubbio uno dei migliori rimbalzisti e stoppatori della categoria, in campo un leone sempre pronto a sputare sangue e fuori dal rettangolo di gioco sempre presente e disponibile per un "cinque" o un autografo per i più piccoli: siamo orgogliosi di annunciare che anche per la prossima stagione sportiva Modou Diop vestirà la maglia dei Leopardi.

Dopo una vita tra Serie D e C Silver con la Ginnastica Torino, Diop ha sposato la causa arancione la scorsa stagione dimostrandosi fin da subito un pedina fondamentale per lo scacchiere di coach Bronzin. Un'annata dai numeri importanti, rallentata solo da un brutto infortunio verso marzo che non è riuscito però a tenerlo fuori dai play-off, chiusa comunque a 9 punti di media accompagnati molto spesso dalla doppia cifra nella casella dei rimbalzi. Le statistiche però non possono spiegare l'incredibile apporto che Diop riesce a dare in campo, oltre che al grande valore umano che hanno spinto lo staff tecnico arancio-nero a confermare senza esitazione il numero 12, che dominerà ancora le aree del PalaCascinaCapello la prossima stagione.

Così il DS Piccionne a margine della firma: "Per noi Diop è un giocatore fondamentale, non a caso la passata stagione, quando nel girone di ritorno eravamo nettamente la squadra più in forma  del campionato,  abbiamo pagato tantissimo il suo infortunio. Modou è un giocatore concreto che in campo dà tutto e che sa anche divertire il pubblico; penso alle sue stoppate, alla sua energia che ha conquistato tutti i ragazzi arancio-neri che ogni domenica lo vengono a vedere."

"Non è stata una scelta difficile - commenta il lungo Arancio-Nero - mi sono trovato bene con tutti e rimanere qui è stato quasi scontato. La scorsa stagione abbiamo iniziato un percorso importante, abbiamo raggiunto i play-off e abbiamo combattuto fino alla fine, supportati da un palazzetto con un ambiente fantastico. Penso che potremo fare sempre meglio, e sono orgoglioso di poter continuare a dare il mio contributo alla causa dei Leopardi!"

Non vediamo l'ora di poterti ammirare ancora: buona stagione Diop!

LEOPARDI, PRIDE!

lunedì 30 luglio 2018

Coach Nicolò Allisiardi e BEA ancora insieme!

Continua l'avventura di Coach Nicolò Allisiardi nello staff tecnico dei Leopardi!
Il giovane allenatore trofarellese di ventidue anni, dopo una stagione positiva tra Serie D, come assistente, e Under 13 Elite come capo allenatore viene riconfermato senza esitazioni nei quadri tecnici arancioni che lo hanno visto nascere e crescere come allenatore.
Lo aspetta una stagione ricca di sfide, ancora al fianco di coach Bronzin in Serie D e in Under 20 come Capo Allenatore, per tracciare un filo diretto tra l'ultimo step del settore giovanile  arancio-nero ed una Prima Squadra  che avrà tra i suoi protagonisti sicuramente tanti giovani.
Oltre al lavoro sul campo, Nicolò è confermato come Responsabile Comunicazione, un settore vitale del progetto BEA Leopardi che sta ottenendo ottimi risultati.

Abbiamo approfittato dell'occasione per porre qualche domanda a Nicolò:

Coach, domanda di rito: un bilancio della scorsa stagione?

"È stata una stagione di crescita. Per BEA, perchè ha ottenuto sul campo risultati sempre migliori e mai arrivati in questa zona; penso all'Under 18 Elite alla fase Top, alla Serie D per la prima volta ai Play-Off di categoria, ma anche agli Juniores quarti in Italia. Per i ragazzi che ho seguito come capo allenatore, perchè nonostante una stagione un po sfortunata, con un'infinità di infortuni che ne hanno minato il raggiungimento di risultati sicuramente alla portata , sono stati bravi a lavorare ogni giorno in palestra e, secondo me, a migliorare in maniera esponenziale rispetto all'inizio della stagione. Ma crescita anche e soprattutto per me, perchè per la prima volta mi sono ritrovato da un lato a dovermi confrontare con il mondo senior, e dall'altro ho avuto l'onore e l'onere di essere capo allenatore di un gruppo, confrontandomi quotidianamente con le problematiche e le sfide che ne conseguono e raccogliendo, da chi mi ha aiutato, dallo studio, e dagli stessi ragazzi, tanti spunti di miglioramento."

Ora ti attende una stagione probabilmente diversa, quali sono le tue prospettive?

"Sì, sicuramente essere il capo allenatore del gruppo Under 20 sarà una sfida tanto stimolante quanto impegnativa. Dall'Under 13 è sicuramente un bel salto, ma l'esperienza in Prima Squadra, che sarà legata in maniera viscerale con l'Under 20, sarà una buona base per fare bene e crescere ancora. Sarà un gruppo dalle ottime potenzialità: sicuramente proveremo a raggiungere traguardi importanti, ma l'obiettivo principale è lo sviluppo ed il miglioramento dei ragazzi e su quello proverò a concentrarmi."

Lo abbiamo già chiesto a coach Bronzin e lo chiediamo anche a te: cos'è per te BEA?

"Lo avete chiesto a Silvio e mi spiace in qualche maniera copiarlo, ma anche io devo rispondere che per me BEA è una famiglia. Una famiglia in cui sono arrivato a diciassette anni e che mi ha fatto prima vivere al meglio la mia voglia di giocare a basket, e parallelamente offerto la possibilità di iniziare a cimentarmi in panchina. Una famiglia che mi ha permesso di nascere e crescere come allenatore, che continua ad aver fiducia in me ed affidarmi responsabilità importanti nonostante i miei ventidue anni, cosa sicuramente non scontata e non dovuta. Una famiglia per chi c'è dentro ma anche, a mio modo di vedere, una realtà emergente che si sta ritagliando un ruolo sempre più importante nel panorama cestistico piemontese forse anche grazie al clima positivo che si respiràa all'interno."

E allora da tutta la Famiglia dei Leopardi: buon lavoro coach!

LEOPARDI. PRIDE!


mercoledì 25 luglio 2018

Sebastiano Gile rimane a BEA ed è il nuovo Capitano dei Leopardi!

Una conferma importante per il roster della Prima Squadra griffata BEA Leopardi: Sebastiano Gile rimane in Arancione!
Dopo una carriera importante, che lo ha visto anche giovanissimo nella storica Pesaro compagno di squadra di Carlton Myers e protagonista in categorie superiori, Sebastiano ha scelto di sposare la causa Arancio-Nera la scorsa stagione, rivelandosi fin da subito uno dei più talentuosi e prolifici giocatori della categoria.
197 cm di talento cristallino, ala dal grande valore tecnico, ha chiuso la scorsa stagione a oltre 12 punti di media, con giocate stupende e tiri incredibili che in più di un'occasione hanno fatto letteralmente esplodere il pubblico del PalaCascinaCapello. Pubblico che anche la prossima stagione avrà la fortuna di poterlo ammirare e sostenere ancora.
Sebastiano inoltre, in virtù della sua grande esperienza e della sua leadership, è stato insignito dell'importante carica di Capitano della squadra.

"Sono soddisfatto e contento che Seba continui a giocare con noi e che sia il nostro Capitano - commenta il DS Piccionne - Oltre a qualità tecniche di ben altra categoria ha dimostrato attaccamento alla maglia e doti morali non indifferenti che, nelle minors e in generale nella vita, sono qualità importanti. Ripartire da lui è il primo passo nella costruzione di una squadra ambiziosa e competitiva."

Queste le parole del Capitano: "Penso di poter ritenere positiva la scorsa stagione. L'inizio non  è stato facile, complice una squadra totalmente nuova, ma era prevedibile avessimo bisogno di un po di tempo per ingranare. Il girone di ritorno e il raggiungimento dei playoff sono la dimostrazione che il gruppo ha trovato la giusta strada con il contributo di tutti (pubblico compreso). Credo che la svolta siano stati i ragazzi più giovani, che una volta resosi consapevoli della loro importanza nel gruppo, sono stati la miccia che ha "acceso" la squadra intera.
Sono convinto che l' anno passato possa essere la base di partenza per la stagione che verrà, che sarà sicuramente ricca di soddisfazioni. Credo molto in questo progetto e in questa squadra: la decisione di rimanere nella famiglia dei Leopardi è stata dunque molto facile.
Ci tengo infine a salutare tutti i compagni di squadra che che per un motivo o un' altro prenderanno altre direzioni; in particolare Marco e Devide: come fratelli per me nella vita, e indubbiamente trascinatori nella crescita di questa squadra. Buona estate a tutti e FORZA LEOPARDI!"


LEOPARDI, PRIDE!